BorghiSapori

Zafferana Etnea, con la sagra dei funghi e delle castagne cala il sipario sull’Ottobrata

Domenica calerà il sipario sulla 40^ edizione dell’Ottobrata Zafferanese. E l’ultima giornata verrà dedicata alla Sagra dei Funghi e delle Castagne.

S’inizierà di buon mattino con le escursioni guidate a cura delle Associazioni Avia Pervia e Georienteering: alle ore 8,30 partirà la prima escursione con itinerario “Monte Zoccolaro” e la seconda (partenza ore 9,00) con itinerario “Bocche del 2002” con start fissato in piazza Europa.

A Palazzo di Città sarà possibile visitare la Mostra fotograficaL’Ottobrata e la sua storia” e ammirare la sculturaAll’amico Lucio” del Maestro Carmine Susinni collocata nel chiostro all’aperto del Municipio di via Garibaldi.

Da non perdere anche, in via Roma n. 343, la Collettiva d’arte a cura dell’Associazione artistico-culturale “Giuseppe Sciuti” mentre in piazza Cardinale Pappalardo l’Associazione “Butterfly” curerà giochi e animazione per i più piccoli.

Dalle ore 9,30 a mezzanotte sarà attiva l’area gastronomica in via Rocca d’Api ed in via Roma sarà possibile visitare “Le vetrine e le botteghe delle antiche arti e dei vecchi mestieri”.

La sala del Credito Siciliano (via Rona n°391) ospiterà l’esposizione di opere di vari artisti mentre nell’Auditorium dell’ex Collegio S.Anna sarà possibile ammirare pitture tradizionali del carretto siciliano.

In mattinata il gruppo musicale “Maracaibo” sfilerà per le vie del centro cittadino di Zafferana e sarà possibile degustare il piatto tipico siciliano a cura dell’Istituto Professionale di Stato “Rocco Chinnici” di Nicolosi.

Nel pomeriggio, nel campo sportivo zafferanese, è in programma un corso di drone ed in gruppo musicaleI due bastoni” sfilerà lungo il circuito della manifestazione.

Alle ore 17,00 nella piazza centrale è in programma l’esibizione dei maestri pasticceri locali che creeranno il dolce tipico di Zafferana mentre alle ore 18,00 si terrà lo show di Sergio Vespertino nell’ambito delle “Domeniche del sorriso”. Infine, chiusura con l’ultima degustazione del piatto tipico siciliano (nel caso in specie a base di funghi e castagne) e concerto/tributo alla musica italiana a cura di “Antipasto all’italiana”.

 

Articolo precedente

A Sanlorenzo Mercato il Gluten Free Fest, il festival a misura di celiaco

Articolo successivo

Le Vie dei Tesori, un nuovo weekend tra natura e storia

Redazione

Redazione

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *