Itinerari

Con il WWF alla scoperta della riserva di Grotta di Santa Ninfa

Il WWF Sicilia Nord Occidentale prosegue il programma delle escursioni ambientalistiche nel territorio siciliano.

Il percorso di questo nuovo itinerario si snoda tra i sentieri della Riserva gestita da Legambiente Sicilia “Grotta di Santa Ninfa”. Sita nel comune omonimo della provincia trapanese.

Appuntamento per soci e simpatizzanti domenica 19 presso il parcheggio di piazzale Giotto alle ore 8,15. Qui si formeranno gli equipaggi per raggiungere con il minor numero di autovetture il luogo di partenza della escursione.

La Riserva Naturale “Grotta di Santa Ninfa”, estesa circa 140 ha, ricade in un vasto altopiano carsico di notevole interesse geologico, paesaggistico e naturalistico.
Gli escursionisti saranno accompagnati dalla direttrice della riserva Giulia Casamento.

L’escursione interessa le aree della Valle del Biviere e dei Monti di Santa Ninfa – Gibellina, tutelati – oltre che dalla riserva naturale – da un Sic, Sito di importanza comunitaria.

Il percorso, ad anello, parte dal Castello di Rampinzeri (antico baglio risalente al 600 e sede della Riserva) e consente di raggiungere le zone più interessanti dell’area protetta. La Conca del Biviere che costituisce la più vasta ed interessante forma carsica superficiale della riserva. E poi il vallone Biviere dalla caratteristica vegetazione ripariale e il laghetto Biviere di origine antropica. E ancora le aree rocciose caratterizzata da gariga arbustiva, le forme carsiche superficiali (doline, karren).

Nella stessa giornata di domenica 19 novembre 2017 si svolgerà nel centro abitato di Santa Ninfa l’iniziativa “Gusta la pecora” (Sagra della Pecora). Quindi a fine escursione i partecipanti potranno visitare la sagra.

Tutte le info sul sito e sui social:

URL: http://www.wwfsicilianordoccidentale.it 
FB: https://www.facebook.com/wwf.palermo
TW: https://twitter.com/WWFSiciliaNO

Articolo precedente

Duciezio, la mostra dedicata alla pasticceria siciliana sbarca ad Agrigento

Articolo successivo

A Caccamo il Meeting regionale delle Vie Sacre in Sicilia

Redazione

Redazione

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *