EventiLe Storie

W la diga, l’invaso di Blufi aperto al pubblico

AAA invasori cercasi! 

Dopo più di venti anni di oblio domani verrà eccezionalmente aperta al pubblico la diga di Blufi! 

Per celebrare la conclusione della prima edizione di Incompiuto Summer School sarà possibile dedicarsi ad un’audace passeggiata speleologica all’interno dell’invaso di Blufi, infrastruttura incompiuta.

Verrà presentato un documento inedito elaborato dagli studenti e dai tutor nel corso del workshop. Il protocollo di risignificazione delle opere pubbliche incompiute. 

Sarà compito di Fosbury Architecture ed Alterazioni Video condurre i professionisti e docenti invitati nelle operazioni di dissezioni, analisi e ricomposizione dei risultati progettuali e teorici del workshop. La riappropriazione dello spazio della diga terminerà con un gustoso rinfresco.
Prima del tramonto Claudia Di Gangi eseguirà una performance artistica nell’invaso centrale della diga.

Con la partecipazione di:

FAILED ARCHITECTURE

FILIPPO MINELLI

ARCHITECTURE OF SHAME

ARNO BRANDLHUBER

IPPOLITO PESTELLINI LAPARELLI

ELISA CATTANEO

LORENZO DEGLI ESPOSTI

MATTEO GHIDONI

Incompiuto Siciliano è un progetto di Alterazioni Video, un collettivo pluridisciplinare fondato da Andrea Masu, architetto siciliano.

Il progetto Incompiuto Siciliano definisce la nascita di un paradigma architettonico contemporaneo. L’incompiuto appunto. Durante le loro ricerche hanno cominciato a mappare dapprima le incompiute siciliane. Ma le continue segnalazioni che ricevevano dagli utenti dei social li hanno portati ad allargare il loro campo d’azione comprendendo le restanti regioni italiane e alcuni paesi europei. Si sono spinti addirittura nel tempo inserendo opere di Michelangelo, o antice chiese rimaste incompiute.

Per informazioni https://www.facebook.com/events/231520667652623/

Sito Internet: www.alterazionivideo.com/

Articolo precedente

Bagno e trekking, un'escursione nella Riserva di Torre Salsa

Articolo successivo

Geraci Siculo, una "notte romantica " da vivere tra le bellezze del borgo madonita

Redazione

Redazione

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *