Itinerari

Treni storici in Sicilia, un viaggio in carrozza alla scoperta del Barocco e della Valle dei Templi

Ritornano a sbuffare i treni storici siciliani. Due gli itinerari proposti: il Treno del Barocco, che seguirà un percorso che toccherà Siracusa, Noto e Modica, ed il Treno dei Templi che da Caltanissetta raggiungerà Porto Empedocle immergendosi nella Valle dei Templi di Agrigento.

L’Assessorato al Turismo della Regione Siciliana, in collaborazione con la Fondazione FS Italiane e Trenitalia, ha infatti previsto anche per il 2017 un ricco programma di viaggi a bordo dei treni storici.

Dopo la data di domenica 30 luglio, il viaggio sul treno d’epoca sul percorso Siracusa-Noto-Modica sara’ riproposto domenica 20 agosto. Il calendario prevede un’altra corsa il 3 settembre, sempre con partenza da Siracusa, ma con destinazione Scicli e Ragusa. Sempre il 20 agosto, da Caltanissetta, partiranno i Treni dei Templi e del Mare diretti alla Valle dei Templi di Agrigento e a Porto Empedocle. Cosi’ come nelle precedenti edizioni, sara’ possibile rivivere un’esperienza di viaggio con atmosfere d’altri tempi a bordo delle caratteristiche carrozze Centoporte degli anni Trenta ed effettuare escursioni nei centri storici, con guide autorizzate. Il programma comp

il Treno del Barocco e quello dei Templi seguendo percorsi diversi e differenti fermate porteranno turisti e visitatori a bordo delle storiche carrozze delle ferrovie dello Stato in un viaggio nel tempo alla scoperta del Val di Noto e della Valle dei Templi con soste lunghe durante la corsa di andata per consentire le visite turistiche delle città accompagnati da guide, con tariffe da 20 euro per gli adulti, 10 euro per i ragazzi, gratis per i più piccoli.

«E’ un modo diverso di attirare i turisti che l’anno scorso ha avuto grandissimo successo e che in questa edizione potrà fare ancora meglio con un inizio di destagionalizzazione – spiega l’assessore regionale al Turismo Anthony Barbagallo -. La Regione Siciliana è quella che ha investito di più sui treni storici e sul turismo sostenibile con 120 mila euro. In più, a settembre e a ottobre ci saranno altre tappe a sostegno di importanti iniziative enogastronomiche , il “prodotto” turistico in crescita maggiore, unendo i prodotti di eccellenza, la Dieta mediterranea, bene immateriale dell’Unesco, con la cultura”

I sei percorsi, sempre di domenica, che intrecceranno cultura ed enogastronomia si intitolano “Territori del vino e del gusto In viaggio alla scoperta del genius loci”: il 3 settembre, sempre sulle carrozze d’epoca, da Messina a Giarre per la ViniMilo; il 17 settembre da Messina a Guardia Mangano – Santa Venerina per EnoEtna; il 24 settembre da Siracusa a Ragusa per la Festa dei formaggi iblei; l’8 ottobre da Trapani a Petrosino per i Presidi Slow Food della provincia di Trapani; sempre l’8 ottobre da Palermo a San Cataldo per la Sagra della ciambella e dei grani antichi siciliani; il 15 ottobre da Catania a Modica per ChocoModica.

Foto di copertina di Roberto Meli. 

Articolo precedente

Farm, dissequestrate le opere. E al cortile Bentivegna si festeggia

Articolo successivo

PescaBivona, un weekend di eventi e degustazioni

Redazione

Redazione

2 Comments

  1. Francesca
    16 Agosto 2017 at 11:05 — Rispondi

    Buongiorno,
    qualche indicazione in più su dove chiedere informazioni, prenotare, orari ecc. di questi itinerari sarebbe molto gradita
    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *