Eventi

Suoni per la città, a Mussomeli i grandi del jazz in concerto

Il grande jazz torna nel cuore della Sicilia.

Giunta alla sua tredicesima edizione è tutto pronto per una nuova stagione concertistica di “Suoni per la città”, organizzata dall’associazione musicale “Cool Jazz”. Quest’anno sono quattro i concerti previsti che si terranno all’“Antica Pasticceria Normanna” di Mussomeli, nel Nisseno.

Stagione al via dal 15 febbraio, data del primo concerto con gli #RedingProject, prosegue l’1 marzo con Claudio Giambruno Quartet, terzo appuntamento il 22 marzo con Enrico Rava Quintet Sicilian Project e si conclude il 5 aprile, data dell’ultimo concerto, con Alessandra Salerno in Trio (tutti i concerti con inizio alle ore 21:00).

Secondo una formula collaudata già da due anni, la stagione è stata arricchita con gli “Attraversamenti”, interferenze e connessioni che contamineranno la stagione, in collaborazione con il circolo Trabia–Emiliani Giudici.

Per l’anno in corso tre saranno gli attraversamenti: sabato 23 febbraio Nello Toscano e i pianisti jazz con Osvaldo Corsaro al piano. Sabato 16 marzo Antonio Pancamo Puglia e Martino Gaziano con 33 giri di parole dedicato ad Aretha Franklin. Ed infine, sabato 23 marzo Rockabilly ed altro con Sandro Genco group.

Ma ecco nel dettaglio il festival.

Il primo concerto, venerdì 15 febbraio, vedrà esibirsi gli #RedingProject. Una formazione di giovani (sestetto) con Roberta Sava (voice), Marco Di Salvo (trumpet), Fabiano Petrullo (tenore sax), Ciccio Leo (piano/arrangement), Stefano India (elettric bass) e Federico Gucciardo (drums). Il progetto si pone il fine di riarrangiare dal punto di vista ritmico e armonico le più celebri Song del repertorio jazzistico. #RedingProject è vincitore del “Premio Nazionale delle Arti” sezione Jazz 2018.

A seguire, il 1 marzo, si esibirà Claudio Giambruno quartet, con Claudio Giambruno (sassofoni), Giovanni Conte (pianoforte), Giovanni Villafranca (contrabbasso), Paolo Vicari (batteria). Il Claudio Giambruno quartet presenta “Juiu”, il suo nuovo lavoro discografico. “Juiu” (gioia mia in siciliano) è un di disco di musica jazz modern mainstream, in cui Giambruno ha privilegiato l’aspetto melodico, la riconoscibilità del suono e il fatto che sia un disco godibile e scorrevole.

Un grande e gradito ritorno il 22 marzo con Enrico Rava quintet Sicilian Project. A fianco di Enrico Rava, Dino Rubino (piano), Giuseppe Asero (sax alto), Nello Toscano (contrabbasso) e Mimmo Cafiero (drums). Enrico Rava, da sempre impegnato nelle esperienze più diverse e più stimolanti, è uno dei più importanti solisti del jazz europeo. Sicuramente il jazzista italiano più conosciuto ed apprezzato a livello internazionale. La sua schiettezza umana ed artistica lo pone al di fuori di ogni schema e ne fa un musicista rigoroso seppur incurante delle convenzioni. La sua poetica immediatamente riconoscibile, la sua sonorità lirica e struggente sempre sorretta da una stupefacente freschezza d’ispirazione, risaltano fortemente in tutte le sue avventure musicali.

L’ultimo concerto della stagione, il 5 aprile, vedrà esibirsi Alessandra Salerno in trio, con una formazione inedita. Dopo alcuni anni di studio al Conservatorio di Palermo, Alessandra Salerno molla la didattica ed inizia a coltivare, da spirito libero, la passione per il jazz, il gospel e il rock blues, unica e aperta alle sperimentazioni. Diventa il simbolo e il volto della terza edizione di The Voice Of Italy entrando nella top ten dei trend twitter. I suoi video virali fanno il giro del mondo arrivando pure in Sud America con Milioni di views e migliaia di share spontanei. Madrina ed Endorser internazionale dell’autoharp, strumento americano ibrido che diventa il suo inconfondibile segno di stile.

Articolo precedente

"Con Expocook porteremo in Sicilia le aziende più importanti del settore ristorativo"

Articolo successivo

Catania, il ritratto di gentiluomo torna al Castello Ursino

Redazione

Redazione

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *