Foto/VideoItinerari

Alla ricerca di una misterica Palermo notturna, con Siciliando e il professore Emanuele Drago

La vostra Patti Holmes, in un articolo precedente, vi aveva informato del suggestivo itinerario notturno che, organizzato dal gruppo social, nonché Associazione Culturale Siciliando Style, domenica 17 settembre avrebbe toccato vicoli, luoghi e palazzi nobiliari di Palermo.

La magia annunciata si è fatta realtà grazie al racconto del professor Emanuele Drago, autore di “Palermo in un Romanzo”, che mi ha fatto vivere, assaporare e respirare questa passeggiata, anche se non vissuta, come se gli stessi accanto e alle meravigliose foto di Giusina Perna, che mi ha svelato una città che, al crepuscolo, mostra il suo volto più enigmatico.

A questa passeggiata notturna hanno partecipato oltre centocinquanta partecipanti, un fiume umano di curiosi e appassionati che, muniti di auricolari, hanno ascoltato leggende, misteri, vicende ed aneddoti di una Palermo sconosciuta ai più. A parlare non sono stati solo i vicoli, le chiese o il mercato storico di Ballarò, ma anche i palazzi e i ruderi che, di solito silenti, hanno disseppellito storie misconosciute e creato, con l’effetto poetico dell’imbrunire e delle stradine libere dal soffocante e caotico traffico diurno, un’atmosfera davvero suggestiva.

I partecipanti, come trasportati dalla suadente musica di un pifferaio o cantastorie, si sono incamminati su quello che un tempo era l’alveo del fiume Kemonia, apprendendo le storie raccontate in “Palermo in un Romanzo” che, come afferma nella prefazione Pasquale Hamel, noto scrittore e saggista, “non è una storia come tante ma un originale e colto viaggio letterario, che ci offre la opportunità di conoscere i mille volti della città”.

Molto interesse ha suscitato la visita del vicolo Colluzio, sede della chiesa dell’Annunziata alle Balate, citata nei Beati Paoli, in cui si dice che ancora oggi di notte si aggiri la vecchia dell’Aceto; dei ruderi della chiesa del S.S Crocifisso, luogo in cui negli anni settanta venne ritrovata la lapide sepolcrale del pittore Giuseppe Albina, conosciuto come il Sozzo; la suggestiva spiegazione, in chiave simbolico esoterica, della chiesa di San Saverio; la scoperta della chiesa della Madonna del Paradiso, in vicolo Rosselli e del palazzo Cottone D’Almerita, in via delle Pergole; le prestigiose residenze nobiliari di via del Bosco.

L’itinerario che si è concluso in via Divisi, davanti al convento delle Ree Pentite, è stato un grande momento di condivisione della storia di una città che non smette mai di stupire. Data la grande partecipazione, Vincenzo Perricone, Presidente dell’Associazione Siciliando Style che, in più di tre anni, ha organizzato tantissime e originalissime passeggiate, si è ripromesso di organizzarne tante e tante altre ancora. Intanto le manifestazioni Sherbeth 2017 e Le Vie dei Tesori che sono alle porte, vedranno la presenza preziosa di Siciliando.

La vostra Patti Holmes, ringraziando ancora una volta per il racconto il Professore Emanuele Drago e per le fotografie Giusina Perna, vi invita a seguire l’Associazione Culturale Siciliando Style su www.facebook.com/groups/siciliando e a comprare, per chi non l’avesse ancora fatto, “Palermo in un Romanzo”, che vi mostrerà “Palermo come non l’avete mai conosciuta e come altrimenti non la conoscereste”.

Articolo precedente

Meglio il pistacchio di Bronte o di Raffadali? Una sfida a colpi di sagra

Articolo successivo

Sambuca, da Borgo più bello d'Italia a capitale del biologico

Giusi Patti

Giusi Patti

Mi chiamo Giusi Patti, ma sono anche la Dottoressa Pattin, Giuseisha e Patti Holmes. Una e tante. Mi definisco un "complesso", anzi un condominio di donne che coabitano pacificamente. La prima, l'originale, è laureata in filosofia; la seconda è una studiosa, specializzata in "uomini e donne d-istruzioni per l'uso"; la terza è una guru del sorriso e la quarta, infine, un'indagatrice. Tutte, proprio tutte, sono legate da un fil rouge che è l'amore per i viaggi fatti e in sognati, ma sempre conditi da miti e leggende. Chiedetemi e cercherò di soddisfare ogni vostra curiosità con pensieri parole opere e mai omissioni. Parola mia.

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *