Eventi

Scienza e tecnologia per tutti. Si apre la XXVI Edizione della Settimana della Cultura Scientifica e Tecnologica in Sicilia

 

La primavera, è proprio il caso di dire, apre davvero le porte a tutti e a tutti i gusti. Dal 3 al 9 aprile , infatti, si terrà a Catania la  XXVI Edizione della Settimana della Cultura Scientifica e Tecnologica in Sicilia. Studenti e visitatori saranno guidati da ricercatori esperti alla scoperta della fisica nucleare attraverso seminari divulgativi e la visita delle sale sperimentali che ospitano gli acceleratori di particelle e i grandi apparti di rivelazione per giungere alla visita dei laboratori dove la fisica nucleare viene applicata allo studio di opere d’arte e alla medicina. Se desiderate visitare i Laboratori Nazionali del Sud è possibile prenotarsi  on-line sul sito www.lns.infn.it. La Settimana della Cultura Scientifica e Tecnologica è un’iniziativa promossa dal MIUR che attraverso gli eventi, le mostre, gli incontri e le iniziative organizzate in tutto il Paese, si rivolge a tutti i cittadini ed in particolare agli studenti, perché diventino protagonisti di questo processo di partecipazione e sensibilizzazione nei confronti della scienza e ne comprendano l’impatto costante e rilevante che essa ha sul vivere quotidiano. Come ogni anno, i Laboratori Nazionali del Sud aderiscono all’iniziativa aprendo le proprie porte ai cittadini e dando loro l’opportunità di apprendere come funzionano gli acceleratori di particelle e alcuni apparati sperimentali usati per le attività di ricerca nel campo della fisica nucleare e particellare.

 

Articolo precedente

L'enogastronomia piemontese in tour promozionale negli States

Articolo successivo

Inventò la macchina del gelato: et voilà Procopio, il siciliano celebrato a Parigi

Erika Diliberto

Erika Diliberto

Nata a Bologna, figlia di un carabiniere, ha cambiato più volte casa e “pelle”. Ha collaborato con diversi blog e con il Giornale di Sicilia. Dedica il proprio tempo libero alla sua famiglia più che speciale composta da marito, quattro cani, tre canarini e cinque gatti! Detesta i termini ambientalista o peggio ancora animalista. “Sono solo una donna che apprezza la vita e che la rispetta in tutte le sue forme, dalla più piccola alla più grande”. Adora far lunghe passeggiate all'aria aperta accompagnata dai suoi quattro zampe, al caos predilige di gran lunga il silenzio e le persone che sanno ascoltare più che parlare. Ama la sobrietà e la semplicità d'animo anche nella scrittura. D’altronde la sua citazione preferita è dello scrittore russo Isaak Babel: "Non c'è ferro che possa trafiggere il cuore con più forza di un punto messo al posto giusto".

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *