Sapori

Regional Flaming, a Vittoria il concorso di cucina flambé dedicato agli Istituti alberghieri

Nove squadre più una formata da ragazzi speciali, 20 studenti frequentanti le classi IV e V del settore Sala-Bar provenienti da diversi Istituti Alberghieri della Sicilia.

Sono i numeri del terzo concorso regionale di cucina flambè Regional Flaming Competition in programma il prossimo 29 gennaio a Vittoria, organizzato dall’Istituto d’Istruzione Superiore “G. Marconi”, scuola ospitante la competizione in quanto vincitrice della passata edizione, e da Amira Sicilia Ragusa Barocca, con il patrocinio e la collaborazione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e del Comune di Vittoria. Titolo della competizione “La terra incontra il mare”. Per l’anno scolastico 2018/19 si è pensato infatti di dare maggiore risalto ai prodotti ittici ed agroalimentari della fascia costiera del mediterraneo, raccogliendo le eccellenze del territorio allo scopo di realizzare un primo piatto inedito (eventualmente ispirato anche alla cucina fusion di culture del mediterraneo) che valorizzi il gusto e la peculiarità di prodotti locali e di qualità, compresi i presidi slow food.

La Regional Flaming Competition, oltre ad avere un merito di qualità suo proprio – afferma Giorgio La Rocca, dirigente scolastico dell’Iiss “G. Marconi”-, diventa una seria e importante occasione attraverso la quale gli studenti siciliani di sala degli indirizzi scolastici enogastronomici e dell’ospitalità alberghiera possono potenziare le specifiche competenze tecnico-pratiche, elaborando le proprie offerte di prodotti e servizi, sperimentando nuove tecniche di lavorazione in un clima stimolante e di apprendimento operativo.

Il piatto a base di pasta, fresca o secca, dovrà contenere ingredienti legati alla cultura contadina dell’entroterra e ingredienti legati alla cultura marinara e del pescato tipico della fascia costiera del mediterraneo, e ad esso dovrà essere abbinato un vino da scegliere tra tutte le province vitivinicole siciliane isole minori comprese.

L’inizio della manifestazione è previsto per le 9.30 con la preparazione della mise en place mentre alle 15.00 prenderà il via la competizione vera e propria. Ogni squadra sarà formata da due alunni che una volta completato il piatto lo presenteranno e ne suggeriranno l’abbinamento con un vino, sia in italiano che in inglese. Una giuria formata da esperti del settore enogastronomico proclamerà il vincitore in base al punteggio più alto. La competizione si concluderà alle ore 21.00 con la cena di gala e la premiazione dei vincitori alla Villa Orchidea.

Articolo precedente

Torna Expocook 2019 , l’evento più “cook” dell’anno

Articolo successivo

Palermo e' città a tre stelle Michelin: guida verde la premia per arte e monumenti

Redazione

Redazione

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *