Sapori

A Petralia Sottana si fa la festa ai sapori delle Madonie

Una volta chiamata la Sagra delle Castagne, oggi è stata ribattezzata “Festa dei Sapori  Madoniti d’Autunno” ed è in programma a Petralia Sottana dal 27 al 29 ottobre 2017.

Un vero e proprio viaggio nei sapori condito abbondantemente da musiche e giochi.

Ad organizzare la manifestazione è l’Associazione Commercianti, insieme alla Pro Loco e alle altre associazioni locali e con il patrocinio del Comune di Petralia Sottana.

Il programma prevede diversi appuntamenti culturalidegustazioni alla scoperta dei sapori della tradizione negli stand agroalimentari, spettacoli musicali, possibilità di visitare le Chiese e il Museo Civico “Antonio Collisani”, momenti di intrattenimento per grandi e piccini e iniziative di solidarietà. Lungo il Corso si svolgeranno piccoli concerti di musica popolare e gli artisti di strada allieteranno la vostra giornata a Petralia Sottana.

Ma ecco il programma: http://www.festadeisaporimadoniti.it/index.php?option=com_content&view=article&id=13:scarica-il-programma&catid=2:non-categorizzato&Itemid=128

Per informazioni: Comune di Petralia Sottana
Ufficio turistico, telefono 0921 641811
www.festadeisaporimadoniti.it
www.facebook.com/festadeisaporimadoniti

Il Borgo

Il territorio di Petralia Sottana è stato abitato sin dall’antichità. I primi insediamenti  umani risalgono al IV/III millennio a.C.

Nel III secolo a.C., con la conquista romana, Petra divenne città “decumana” e centro di un qualche rilievo come presidio militare e mercato agricolo.

Con la conquista araba, nel IX secolo, venne ribattezzata “Batarliah” o “Batraliah” e divenne importante piazzaforte militare strategica e mercato. Gli storici Edrisi ed al-Muqaddasi raccontano di una città murata collocata sotto una rocca, con grande abbondanza di risorse idriche e che ospitava un mercato, un castello, una chiesa ed una moschea, segno della presenza di una pluralità di comunità etnico-religiose. Della presenza araba sono sopravvissute talune espressioni dialettali o denominazioni di contrade ed un prezioso candelabro bronzeo, parte del ricco tesoro della Chiesa Madre.

I normanni conquistarono Petralia intorno al 1062, fondandovi un Castello.

Articolo precedente

La storia di San Francesco rivissuta tra le vie di Gangi

Articolo successivo

A Palermo la notte bianca dell'Unesco

Redazione

Redazione

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *