Borghi

Petralia Soprana, nella chiesa Madre un’area museale dedicata ad argenti e paramenti

La Chiesa di Petralia Soprana, piccolo borgo arroccato sulle Madonie, apre le porte e mette in mostra le proprie bellezze non solo architettoniche ma anche quelle preziose.

Un’area museale appositamente creata ospiterà e renderà fruibile il patrimonio argenteo e dei paramenti sacri custoditi nella Chiesa Madre di Petralia Soprana.

L’inaugurazione è prevista per oggi martedì 9 aprile alle ore 17,15 presso la Chiesa Madre alla presenza del Vescovo di Cefalù monsignor Giuseppe Marciante.

La Chiesa Madre di Petralia Soprana è intitolata agli apostoli Pietro e Paolo ed è caratterizzata nel suo prospetto principale da un  portico, elemento tipico delle chiese dei borghi madoniti. Dall’origine tardo-medievale, ha subito nel corso dei secoli vari rimaneggiamenti e modifiche al suo interno diventando una chiesa a due navate di notevole bellezza.

All’inizio del 700 ha visto nuove importanti modifiche, soprattutto quando grazie a degli stucchi barocchi è stata fortemente impreziosita.

Sempre al suo interno si trova un imponente organo a canne risalente al 1780 e opera di Giacomo Andronico.

Tra gli elementi di pregio e suggestivi al suo interno sono da segnalare la presenza della “Madonna dell’Udienza” di Antonello Gagini, oltre ad una incantevole Pietà di Giuliano Mancino e, soprattutto, il primo dei 33 crocifissi lignei di Frate Umile da Petralia noto scultore che ha impreziosito con le sue opere molte chiese siciliane.

 

 

Articolo precedente

Cannolo Festival. Il più buono? Quello di Santa Cristina Gela

Articolo successivo

Trekking nelle campagne di Mineo: tra storia, cultura e natura

Redazione

Redazione

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *