BorghiSapori

Pescabivona, una sagra per la regina delle pesche

Arrivata alla sua trentatreesima edizione, torna l’attesissimo appuntamento con il gusto e con la celebrazione di una vera e propria eccellenza sicilia: la Pesca di Bivona.

Tre giorni di eventi con degustazioni, sfilata di gruppi folk, mostre, tour in aziende agricole, visite guidate ai musei, concorsi fotografici, concerti. Insomma, un appuntamento da non perdere, una vera e propria festa per uno dei prodotti più rappresentativi della Sicilia: la PescaBivona.

Ma ecco in sintesi il programma:

Si cominica domani con l’inaugurazione della manifestazione in piazza Saan Giovanni, poi sfilata di gruppi folk e subito dopo le prime degustazioni in piazza. In serata inaugurazione di un paio di mostre d’arte e spettacolo di artisti di strada.

Sabato 18 agosto si comincia la mattina con un tour in azienda agricola con tanto di raccolte di pesche per coloro che approfitteranno dell’iniziativa. La mattina continuerà con una nuova sfilata folk e con la visita al Museo dell’Acqua. A pranzo assaggi di pesche in piazza. Nel pomeriggio festival street band. In serata concerto del violinista Ugo Adamo, appuntamento con il gusto a cura dei ragazzi dell’Istituto Pirandello di Bivona, ed infine la sagra vera e propria con le degustazioni in piazza a cura della Pro Loco.

Domenica 19 agosto in mattinata nuovo tour in azienda con raccolta delle pesche. Intanto per le vie del borgo festa del folklore internazionale con Paesi ospiti come Ungheria, Russia, Ucraina e ovviamente Sicilia. A seguire inaugurazione di una mostra fotografica e show cooking con Davide Capodici e Giuseppe Sparacello. Ancora assaggini gratuiti all’ora di pranzo ed ancora festa folk internazionale nel pomeriggio.

In serata, dopo le varie iniziative a cura dei ragazzi dell’Istituto Pirandello, una parentesi con il movimento con un’associazione che si occupa di danza e con le attività dei bambini, la festa si chiuderà con il concerto dei “Siciliano sono”.

L’evento è organizzato dal Comune in collaborazione con alcune associazioni della cittadina agrigentina.

Articolo precedente

Mazara, nuovo appuntamento con Alhambra: una terrazza sul Mediterraneo

Articolo successivo

Un trekking per conquistare il tetto dell'Etna

Redazione

Redazione

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *