Eventi

A Palermo in mostra le opere di Guttuso

Sarà ancora fruibile al pubblico, fino al 26 marzo prossimo,  la mostra di Guttuso “La forza delle cose” presso Villa Zito a Palermo.

Il progetto espositivo è nato da una preziosa collaborazione tra i Musei Civici di Pavia con gli Archivi Guttuso da cui la realizzazione della prima tappa della mostra, da settembre a dicembre 2016, ospitata presso le Scuderie del Castello Visconteo di Pavia.

Sono esposte 47 nature morte, genere che Renato Guttuso ha praticato nell’intero arco della sua attività e che costituiscono, dalla fine degli anni Trenta, una componente essenziale della sua produzione. Il percorso della mostra è arricchito da fotografie – in parte inedite – concesse dagli Archivi Guttuso e da frammenti video messi a disposizione da Rai Teche che raccontano la vita, intima e pubblica, dell’artista. Mostrano i luoghi del suo lavoro e delle sue relazioni con importanti scrittori come Moravia, Vittorini, Saba e Levi, scultori come Manzù e Moore. Oltre questi ci sono poeti come Pasolini e Neruda, registi come De Sica e Visconti, musicisti come Nono e artisti come Picasso. Rapporti che influenzeranno i suoi lavori e ispireranno non solo dipinti, ma anche illustrazioni per libri, scenografie teatrali, collaborazioni cinematografiche, sodalizi letterari e politici.

La mostra si avvale inoltre del patrocinio della Regione Sicilia, dell’Assemblea Regionale Siciliana e dell’Assessorato alla cultura della Città di Palermo.

Informazioni Evento:

Data Inizio: 22 dicembre 2016
Data Fine: 26 marzo 2017
Costo del biglietto: 7,00 Euro; Riduzioni: 5,00 Euro
Prenotazione:Nessuna
Luogo: Palermo, Villa Zito
Indirizzo: via della Libertà, 52
Città: Palermo
Provincia: PA
Regione: Sicilia
Orario: martedì, giovedì: 10.00-17.00venerdì,sabato,domenica e festivi: 10.00-19.00 Lunedì: chiuso
Telefono: 0917782180
E-mail: info@villazito.it
Sito web

Dove:

Villa Zito
Città: Palermo
Indirizzo: via della Libertà, 52
Provincia: PA
Regione: Sicilia

 

Lorenzo Reina, il creatore del Teatro Andromeda
Articolo precedente

Lorenzo Reina, il pastore alchimista che scolpisce le stelle

Articolo successivo

Catania ospita per la prima volta la mostra “Escher”

Erika Diliberto

Erika Diliberto

Nata a Bologna, figlia di un carabiniere, ha cambiato più volte casa e “pelle”. Ha collaborato con diversi blog e con il Giornale di Sicilia. Dedica il proprio tempo libero alla sua famiglia più che speciale composta da marito, quattro cani, tre canarini e cinque gatti! Detesta i termini ambientalista o peggio ancora animalista. “Sono solo una donna che apprezza la vita e che la rispetta in tutte le sue forme, dalla più piccola alla più grande”. Adora far lunghe passeggiate all'aria aperta accompagnata dai suoi quattro zampe, al caos predilige di gran lunga il silenzio e le persone che sanno ascoltare più che parlare. Ama la sobrietà e la semplicità d'animo anche nella scrittura. D’altronde la sua citazione preferita è dello scrittore russo Isaak Babel: "Non c'è ferro che possa trafiggere il cuore con più forza di un punto messo al posto giusto".

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *