Sapori

Palermo, da Io.Bio si fa la festa alla primavera con un menù tra finger food e cassata

Nonostante la primavera sia ancora incerta, da Io.Bio, l’agribistrot in piena città, la stagione della rinascita è già in vigore come dimostra il giardino biologico in piena  fioritura. 

A rendere il tutto ancora più bucolico il sottofondo dei versi degli animali dell’allegra fattoria di Io.Bio. , che, di recente si è arricchita di “nuovi arrivi”.

Per mostrare tutto questo, e molto altro ancora, il prossimo venerdì 12 aprile si terrà la “Festa di Primavera in Fattoria” in programma a partire dalle 19.30 in via Gaetano La Loggia, 124 a Palermo.
Sarà un modo per dare il benvenuto alla stagione primaverile, mostrando  tutto il bello di un luogo dalle infinite potenzialità che  risponde in pieno alla necessità di una clientela sempre più esigente di riuscire a ricaricare le energie e staccare la spina senza doversi allontanare dalla quotidianità.
Si comincerà con un aperitivo a base di finger food  tratti dal “Menù di Primavera”, presentato alla stampa di settore lo scorso 21 marzo, preparati da Marco  Piraino,  resident chef ed ideatore del  concept innovativo di fattoria urbana che Io.Bio rispecchia alla perfezione.
Io.Bio  è stato realizzato grazie all’apporto e al supporto dei proprietari Gino Gambino e di sua moglie Carmela Senatore che hanno creduto nella  scommessa del giovane e talentuoso chef che ha deciso di puntare tutte le proprie fiches sull’alimentazione di qualità e sul cibo come fonte primaria ed imprescindibile di ben-essere.
Alcuni degli ingredienti della serata utilizzati per realizzare le pietanze  saranno  forniti da Le Trazzere del Gusto,  azienda costituita da  gruppo di giovani siciliani che  dal 2010 porta avanti, un progetto di riscoperta dei sapori della tradizione siciliana e li ripropone garantendo qualità ed eccellenza attraverso la selezione di produzioni che rispettino la terra e i suoi frutti.  Ad accompagnare i piatti i vini della cantina Castellucci Miano che, appena rientrata dal Vinitaly, presenterà alcune  nuove etichette.

Dulcis in fundo, è proprio il caso di dirlo, il Maestro Beppe Giuffrè, istrionico mentore di Marco Piraino, che ne è stato suo allievo e che ha lavorato al suo fianco a Casa Giuffrè alla Terrazze della Rinascente, intratterà gli ospiti con la sua performance tanto nota quanto richiesta della preparazione live della cassata, suo fiore all’occhiello, che poi sarà distribuita in degustazione.
Durante l’evento la  musica di Marcello Mandreucci allieterà l’atmosfera rendendo ancora più piacevole l’inusuale opportunità di  prendere un “aperitivo in fattoria”.

Per partecipare alla serata , che ha un costo di 15 euro a persona,  occorre inviare una mail a info.iobiopalermo@gmail.com indicando il numero di persone interessate e un recapito telefonico e attendere la conferma dell’avvenuta prenotazione

Articolo precedente

Settimana santa ennese 2019, confraternite unite per la promozione del territorio

Articolo successivo

Palermo, il Museo Salinas si apre alla città con 14 progetti culturali

Redazione

Redazione

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *