Eventi

Palermo apre le porte alla “Festa di Primavera”

La Festa di Primavera, che si svolgerà all’interno del Parco Uditore di Palermo, l’8 ed il 9 aprile alle ore 10, apre ogni anno le porte alla bella stagione.

Fra mercato degli artigiani, degustazioni enogastronomiche locali, chioschi, offre tutti gli ingredienti di rigore per festeggiare l’arrivo della stagione dei profumi e dei colori.

Agli appassionati di sport saranno dedicati stand interamente riservati al fitness e al benessere. Per i più piccoli invece verranno organizzati laboratori ludico ricreativi con tante divertenti attività riconnesse al tema della primavera.

Musica e danze orientali si alterneranno sul palco ma l’evento più atteso della ricorrenza sarà come ogni anno la COLOR SPRING RUN che attraverserà Palermo per giungere al Parco Uditore con il tradizionale HOLI COLOR PARTY!

Verranno attraversate le strade principali della città scandendo i chilometri che  separeranno dal Parco Uditore con dei lanci di polvere colorata.

Tutti possono partecipare alla color spring run, bambini, ragazzi, famiglie, mamme con passeggini, non è una gara!

L’obiettivo sarà solo colorare Palermo con i sorrisi e la felicità dei partecipanti.

La Festa di Primavera del Parco Uditore non riceve alcun tipo di contribuzione pubblica. L’evento è interamente autofinanziato. Grazie ai sostenitori, al lavoro dei volontari e di quanti prestano la propria opera nel raggiungimento dell’ unica finalità: raccogliere fondi per continuare a mantenere e gestire l’unico parco attualmente fruibile della città di Palermo gestito da sempre, ormai da 3 anni.

A costo zero per la pubblica amministrazione.

Articolo precedente

Milano, Kandinsky in mostra al Mudec fino a luglio

Articolo successivo

Borghi d'Italia. Savelletri in Puglia: il paese che offre eleganza, mare e buon cibo

Erika Diliberto

Erika Diliberto

Nata a Bologna, figlia di un carabiniere, ha cambiato più volte casa e “pelle”. Ha collaborato con diversi blog e con il Giornale di Sicilia. Dedica il proprio tempo libero alla sua famiglia più che speciale composta da marito, quattro cani, tre canarini e cinque gatti! Detesta i termini ambientalista o peggio ancora animalista. “Sono solo una donna che apprezza la vita e che la rispetta in tutte le sue forme, dalla più piccola alla più grande”. Adora far lunghe passeggiate all'aria aperta accompagnata dai suoi quattro zampe, al caos predilige di gran lunga il silenzio e le persone che sanno ascoltare più che parlare. Ama la sobrietà e la semplicità d'animo anche nella scrittura. D’altronde la sua citazione preferita è dello scrittore russo Isaak Babel: "Non c'è ferro che possa trafiggere il cuore con più forza di un punto messo al posto giusto".

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *