Le Storie

Metti una sera all’Apollo Theater di New York

IL RACCONTO DI UNA SERATA ALL’APOLLO THEATER DI NEW YORK. MENTRE FUORI IMPAZZA LA NEVE ALL’INTERNO VA IN SCENA LA FAMOSA “AMATEUR NIGHT”. SUL PALCO SI SFIDANO CANTANTI, BALLERINI, COMICI. A GIUDICARLI IL PUBBLICO.  SPETTATORI DIVERTITI E CON GLI OCCHI FISSI VERSO QUEL PALCO DOVE MICHAEL JACKSON MOSSE I SUOI PRIMI PASSI.

L’Apollo Theater è un posto famoso a New York dove sono nati artisti come Ella FitzgeraldJames BrownGladys KnightMichael Jackson e The Jackson 5 e Lauryn Hill, se vivi qui ci devi andare almeno una volta.

La serata del mercoledì è quella più famosa, si chiama Amateur night e vede sul palco diverse esibizioni tra cantanti, ballerini o comici che saranno valutati direttamente dal pubblico.

Decido di comprare i biglietti per mercoledì 15 marzo, la serata delle semifinali, mai avrei pensato che il giorno prima ci sarebbe stato come ogni anno il blizzard che colpisce la città e la riempie di neve, risultato: poca gente in giro e meno concorrenti a Teatro ma the show must go on.

Prendiamo la metropolitana verso le 19.00 a Midtown e in sole 2 fermate di express eccoci catapultati in mezzo ad Harlem, ben diversa dal centro città dove eravamo poco prima ma sicuramente affascinante. Harlem da diversi anni è un quartiere tranquillo e la 125° strada, dove si scende con la metro, è una via molto trafficata piena di gente e negozi; l’Apollo è proprio li a pochi passi dalla metro.

Dopo i rituali controlli di sicurezza all’ingresso, entriamo in un Teatro che ha il sapore di un’altra epoca: alle pareti sono appese foto di cantanti famosi che sono nati li o che ci sono passati almeno una volta dando l’idea di un posto familiare. Una delle tante maschere ci accompagna ai nostri posti e ci indica il bar dove possiamo prendere qualcosa da bere e portarlo ai nostri posti; in sottofondo il dj anima l’inizio serata aspettando che lo show cominci, facendo ballare divertite un gruppo di signore sulla sessantina.

Dopo circa un’ora dal nostro ingresso arriva sul palco il primo concorrente dell’Amateur night, una ragazzina di 14 anni che balla molto bene e che, essendo l’unica della sua categoria, viene subito decretata la vincitrice junior della serata.

Tra i concorrenti adulti si sfidano due cantanti, due cantanti e musicisti e due ballerini di tip tap, tutti bravi e applauditi dal pubblico anche se non vengono risparmiati dai commenti sulla chat della app che ci hanno fatto scaricare a inizio serata per coinvolgere maggiormente il pubblico.

Tra un concorrente e l’altro ci sono momenti di pausa in cui torna sul palco il dj che fa scatenare tutti sulle note delle ultime hit.

La serata passa piacevolmente e, dopo due ore e avendo assistito a tutte le performance, è il momento di decretare il vincitore che andrà alla finale di novembre e siamo proprio noi del pubblico con urla e applausi (misurati con un ”applausometro”) a decidere chi sarà. L’ euforia coinvolge tutti e all’unanimità si decide che sarà Jenny, una simpatica signora molto brava a suonare e cantare, che dovrà tornare per la finale.

Finito lo spettacolo ci avventuriamo nel quartiere alla ricerca di qualcosa di buono da mangiare per concludere al meglio una piacevolissima serata, con la sensazione di essere stati tra amici a ridere e scherzare.

Se capitate in città durante la settimana l’Amateur night all’Apollo è sicuramente da vedere, e poi ci si può vantare di aver visto il piccolo palco da cui è nato Michael Jackson.

Articolo precedente

Ecco Stromboli, l'isola di "Iddu"

Articolo successivo

Il tartufo patrimonio dell'Unesco

Redazione

Redazione

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *