Eventi

Mandorlo in fiore, tripode acceso: la festa entra nel vivo

Con l’accensione del tripode dell’amicizia, entra nel vivo il Mandorlo in Fiore 2019.

La cerimonia, come di consueto e complice il bel tempo, si è svolta ai piedi del tempio della Concordia ed ha visto la presenza di tutti i gruppi del festival internazionale del folklore. L’accensione del tripode è uno dei momenti più suggestivi dell’intera kermesse. La cerimonia di apertura del Mandorlo in Fiore ha avuto luogo dopo una suggestiva fiaccolata all’interno del parco della Valle, con i gruppi che hanno percorso il cardo principale che dal teatro ellenistico porta presso la via Sacra.

A dare il benvenuto ai gruppi vi era, tra gli altri, il primo cittadino Lillo Firetto: “Il Mandorlo in Fiore – ha affermato nel suo discorso Firetto – è una festa per la Sicilia, gli agrigentini ci tengono a mandare un grande messaggio di Concordia. Il prossimo mandorlo il fiore segnerà i 2600 anni di fondazione della nostra città. E’ un traguardo che parla di accoglienza non solo tra i popoli, ma anche all’interno dello stesso popolo. Questo è uno dei momenti più suggestivi che questa festa offre. Non siamo alla fine dell’Europa, ma siamo all’inizio. Questa sponda del Mediterraneo offre diversi messaggi. Il più chiaro è quello che parla di gente che incontra sguardi che parlano di futuro. Vorrei, infine, mandare un messaggio ai miei cittadini: ‘non importa se il Mandorlo non vi passa sotto casa, ma il messaggio deve attraversare il mondo”.

Intanto è andato al “Thuringer Tanzensemble” di Rudolstadt città della Germania il “Premio Claudio Criscenzo. La consegna ieri sera presso il Museo “Piero Griffo” durante il “Galà I Bambini del Mondo.

Il Premio “Claudio Criscenzo”, istituito nel 2011 ed intitolato al Fondatore del Festival Internazionale “I Bambini del Mondo”, è destinato al gruppo folkloristico straniero che “rappresenta con le danze, la musica, i costumi e la sua storia la passione per le tradizioni trasmettendo ai bambini la conoscenza di esse al fine di tramandare alle future generazioni il concetto di una serena convivenza internazionale attraverso il folklore”.

Il gruppo “Thuringer Tanzensemble” fa parte dell’organizzazione per la diffusione delle trazioni popolari della foresta della Turingia e del monumentale Castello di Wartburg, dichiarato patrimonio Unesco. A consegnare il premio il sindaco di Agrigento Lillo Firetto insieme al presidente Aifa Luca Criscenzo e al co-fondatore del festival Giovanni Di Maida.

Nel corso della serata un riconoscimento speciale è stato consegnato alla “Lviv State Choreographic School”, la Scuola coreografica nazionale presso il Teatro nazionale dell’opera e balletto di Leopoli, Ucraina da parte del Direttore del Parco Valle dei Templi Giuseppe Parello, tra i due Enti, infatti, c’è stato un gemellaggio culturale.
Un momento particolare il ricordo di Claudio Criscenzo affidato agli amici Angelo Pullara e Angelo Sanfilippo che hanno eseguito, chitarra e fisarmonica, alcuni brani a dedicati.
I Bambini del Mondo questa sera passeranno il testimone o meglio la fiaccola ai loro colleghi per accendere il Tripode dell’Amicizia e proseguire il 74° Mandorlo in fiore.

Tutti gli aggiornamenti sulla Festa del Mandorlo in fiore su www.infoagrigento.it

Articolo precedente

A Milena un ex oleificio diventa un Magazzino Culturale

Articolo successivo

Sutera, a piedi da Rocca Spaccata a Monte San Paolino

Redazione

Redazione

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *