Sapori

Di mandorla e al pistacchio: Favara fa la festa all’Agnello Pasquale

Edizione numero 23 per la Sagra dell’Agnello pasquale a Favara.

La manifestazione, che si svolge annualmente durante il periodo pasquale ed in programma quest’anno dal 25 al 31 marzo, è dedicata al dolce tipico di pasta di mandola farcito di pistacchio dall’inconfondibile forma di agnello.

All’interno delle sale del Castello Chiaramonte, i visitatori potranno gustare il tipico dolce della città di Favara ed i dolci tipici di mandorla e pistacchio preparati dalle pasticcerie locali.

La manifestazione è organizzata dal Comune di Favara ed annualmente mette in vetrina il tipico dolce di pasta di mandorla farcito con pistacchio, che proprio nel periodo pasquale prende la forma di agnello.

L’Agnello pasquale è stato inserito nel “paniere Mida” che raccoglie i migliori prodotti della nostra terra e tutti i preparati.

La tradizione narra che le prime a preparare questo dolce furono le suore del Collegio di Maria del quartiere “Batia” di Favara. La ricetta veniva tramandata oralmente, dalle suore più anziane a quelle più giovani. Una delle prime ricette dell’Agnello pasquale porta la data del 1898. E’ appartenuta ad una ricca famiglia della borghesia agraria e solfifera dell’Ottocento favarese che ha poi reso nota.

Allora era un dolce poco diffuso e di produzione strettamente familiare. Non poteva competere con i cannoli siciliani, ‘Cciardoni e tanti altri dolci tipici siciliani apprezzati da cento anni addietro dai favaresi, ma che da alcuni decenni è stato rivalutato ed è divenuto simbolo della città..

Un evento in crescita e che attira ogni anno visitatori, turisti ed operatori dell’informazione. Una manifestazione che mette in vetrina oltre al dolce tipico anche i beni monumentali della città. Il prodotto di pasta reale, famoso per l’agnello viene prodotto in tutti i mesi dell’anno con forme diverse ma con lo stesso sapore.

Articolo precedente

Canti e cuntu della Sicilia: ad Agrigento lo spettacolo di Ilaria Bordenca

Articolo successivo

Francesco Grasso, una vita autentica fissata nell'arte

Redazione

Redazione

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *