Itinerari

Con Le vie dei Tesori alla scoperta delle bellezze nascoste di Caltanissetta

Quattordici luoghi aperti alle visite guidate a solo un euro. Un modo per scoprire bellezze nascoste e riappropriarsi della città. Due weekend di festa dei beni monumentali.

In questo fine settimana Le Vie dei Tesori approda a Caltanissetta. Per la prima volta, dopo dieci anni, il principale Festival italiano di promozione dei beni culturali allarga il suo raggio d’azione e dalla natìa Palermo giunge sino al cuore della Sicilia. Sarà l’occasione per conoscere la città in modo del tutto nuovo. E lo si potrà fare scoprendo o riscoprendo tredici tesori messi a rete e aperti alla fruizione per due weekend grazie alla collaborazione con il Comune. Nell’elenco figurano pure luoghi di solito chiusi e che finalmente aprono le loro porte.

In ogni caso Le Vie dei Tesori offrirà un’interessante novità: vivere la città in modo diverso: un po’ da turisti, un po’ da esploratori e un po’ da cittadini che si riappropriano di spazi, bellezza e storia.  

La formula che Le Vie dei Tesori propone ha al suo centro le visite guidate nei luoghi. Visite in cui i monumenti vengono raccontati in modo appassionante e innovativo.  Ogni visita guidata prevede il versamento di un contributo che varia da 1 a 2 euro secondo la formula che si sceglie (10 visite guidate: 10 euro, 4 visite guidate: 5 euro, una visita singola: 2 euro). I coupon di partecipazione possono essere acquisiti online sul sito ufficiale della manifestazione. Chi non li acquisisce online, potrà trovare agli ingressi dei luoghi solo quelli da 2 euro per la visita singola. La manifestazione non si esaurisce questo weekend, ma continua pure il prossimo.

I luoghi aperti saranno i seguenti. Abbazia di Santo Spirito, Biblioteca comunale “Scarabelli”. Cattedrale di Santa Maria la Nova, Chiesa di San Sebastiano. Chiesa di Sant’Agata al Collegio, Chiesa e cripta di San Domenico. Ex rifugio antiaereo – Centro espositivo d’arte contemporanea. Museo Aziendale Averna, Museo Diocesano del Seminario Vescovile Museo Mineralogico, Palazzo Calefati di Canalotti, Palazzo Lanzirotti. Palazzo Moncada e Galleria Civica d’Arte, Villa Barile.

Per tutte le informazioni http://www.leviedeitesori.com/caltanissetta/

Articolo precedente

A spasso nella "Palermo Nottambula" con Siciliando e I Viaggi di Cicerone

Articolo successivo

Dieci cose da vedere (e da fare) a Castellamare del Golfo

Redazione

Redazione

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *