Eventi

La strada degli scrittori, il festival con Pirandello guest star

“Siamo qui perché crediamo che la cultura possa creare economia, pertanto investiamo in questo progetto insieme alla Strada degli Scrittori. La visita del presidente della Repubblica Sergio Mattarella il 6 luglio ad Agrigento per celebrare il 150° della nascita di Luigi Pirandello, sancirà ancora di più il suo legame con la Sicilia”. Così il presidente dell’Ars, Giovanni Ardizzone, nel corso della conferenza stampa di presentazione del Festival della Strada degli Scrittori, ieri mattina. Ardizzone ha sostenuto in prima persona il Festival, in particolare uno dei suoi aspetti più importanti: il Premio Pirandello della Fondazione Sicilia quest’anno per la prima volta ad Agrigento.

Nella sala stampa di Palazzo Reale a Palermo sono intervenuti gli assessori regionali ai Beni culturali e al Turismo, Carlo Vermiglio e Anthony Barbagallo; il vice presidente del Distretto Turistico Valle dei Templi, Giovanni Ruvolo; i sindaci di Favara e Porto Empedocle, Anna Alba e Ida Carmina, e l’assessore alla Cultura di Racalmuto, Salvatore Picone. Sempre più entusiasti i sindaci delle amministrazioni coinvolte in un progetto che, per usare le parole del suo ideatore, il giornalista Felice Cavallaro padre della Strada degli Scrittori, “intende ricostruire nei luoghi dei grandi autori, le occasioni per i turisti e la comunità di vivere il territorio e la grandezza di ciò che offre in termini di cultura, di bellezza, di eccellenza”.  Un progetto in cui è importante fare rete non solo tra istituzioni, ma soprattutto tra le imprese per mettere a sistema l’offerta di un percorso letterario che attrae già numerosi visitatori.

Cavallaro ha anticipato inoltre che per il Premio Pirandello, la cui cerimonia chiuderà il Festival, si sta valutando una rosa eccezionale di artisti particolarmente apprezzati dal pubblico. Nel momento della cerimonia di consegna ad Agrigento è quindi attesa una celebrità del mondo del teatro.

Tante le novità di questo Festival partito lo scorso 11 maggio e su cui si è finora mantenuto un certo riserbo, in attesa della conferenza nel capoluogo siciliano. Tra tutti il primo Master di Scrittura con docenti di primo piano nel campo della letteratura, del cinema, dell’arte figurativa e del giornalismo, che si svolgerà dall’1 al 7 luglio: il Concorso “Uno, nessuno e centomila” con oltre un centinaio di studenti presenti per la premiazione e provenienti da ogni parte del mondo; le cene letterarie dedicate ad ogni singola tappa agli autori della “Strada” con momenti di spettacolo e molto altro.

La cerimonia di consegna del Premio avverrà a chiusura del festival che ha preso il via lo scorso 11 maggio e che coinvolge con incontri e laboratori sei comuni, i luoghi dei grandi autori siciliani: Agrigento con Luigi Pirandello, Favara con Antonio Russello, Porto Empedocle con Andrea Camilleri, Racalmuto con Leonardo Sciascia, Palma di Montechiaro con Giuseppe Tomasi di Lampedusa e Caltanissetta con Pier Maria Rosso di San Secondo.

Durante il festival ci sarà anche la prima edizione del concorso letterario nazionale “Uno, nessuno e centomila” promosso dal distretto turistico Valle dei Templi in collaborazione con il Miur.

 

Articolo precedente

Nuovi ristoranti per Barilla, prossimi opening a Los Angeles

Articolo successivo

Scala dei Turchi Express....l'avventura in treno continua!

Redazione

Redazione

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *