Borghi

Inycon Overture, Menfi si prepara al grande evento con un’imperdibile anteprima

Inycon 2019 spalanca le sue porte con un’apertura inedita che sboccerà a Menfi domani e domenica 30 settembre con “Inycon Overture – Menfi e la sua terra”.

L’edizione del Festival Inycon di quest’anno, la 23esima, sarà dunque un’anteprima che annuncerà il profumo di festa già a partire dal logo, fiorito con le piante tipiche delle contrade menfitane, che per la prima volta approdano in piazza con la loro terra e insieme al vino, indiscusso protagonista della più antica manifestazione di Sicilia dedicata al buon bere e all’identità di un territorio da sempre vocato alla tradizione vitivinicola di qualità.

“Vogliamo dare valore a ciò che dà valore alla nostra terra. – Dice il sindaco di Menfi, Marilena Mauceri. E continua: “siamo felici che la Regione continui a credere nelle potenzialità di Menfi che quindi, anche quest’anno, mantiene la sua storica continuità nel celebrare questa festa, che guarda già avanti, all’estate 2019”.

Per la prima volta, infatti, sarà svelata la data della prossima edizione con un così ampio preavviso. “Abbiamo concepito questa edizione – spiega Nadia Curreri, assessore al Turismo e alla Cultura – come anteprima della prossima. Abbiamo già iniziato a lavorare con ampio anticipo grazie anche al supporto della Regione e alla manifestazione di interesse di diverse aziende che vogliono supportare l’evento. Un’opportunità per promuovere la nostra terra, i vigneti e il vino. E farlo attraverso la bellezza e il potenziamento dei nostri valori rurali, tradizionali e le proposte innovative di qualità”.

La direzione artistica è affidata a Francesco Bondì. Il direttore firmerà anche – per la nona volta – la regia dello spettacolo di domenica sera. “Sarà una vera e propria ouverture dello spettacolo del 2019. Proprio come la sinfonia iniziale di un’opera. A sipario chiuso si anticipano i temi caratterizzanti che poi avranno pieno compimento nella prossima edizione – spiega Bondì. Svilupperemo il tema della Sapienza, che poi è quella che genera un vigneto, opera dell’uomo, in cui ogni atto è una generazione. Ci auguriamo che quest’opera non abbia mai un finale. Come la prospettiva di un vigneto, che corre all’infinito sul profilo di una collina di Menfi”.

Per maggiori informazioni e aggiornamenti sul sito www.inycon.it.

Articolo precedente

Sanlorenzo Mercato sbarca a Blue Sea Land, un villaggio gastronomico nel cuore di Mazara

Articolo successivo

Tanti auguri Vanedda street art! A Valverde il progetto di rigenerazione compie un anno

Redazione

Redazione

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *