News

Guide della Via Francigena: al via al primo corso di formazione gratuita

Siamo oramai alle porte ed il giorno dell’inaugurazione dell’apertura della Via Francigena è sempre più vicino.

A tal proposito, per gli appassionati e per chi semplicemente vuole essere parte attiva di un sogno che diventa realtà, è stato organizzato e pianificato un corso di formazione, del tutto gratuito, per diventare Guida dei Cammini sul percorso della Magna Via Francigena di Sicilia.

Il corso, ad accesso libero ma limitato nel numero a 25 allievi. Avrà una durata complessiva di due settimane (dal 29 maggio al 15 giugno, con lezioni per 5 giorni alla settimana dal lunedì al venerdì, 8 ore giornaliere). Sarà possibile iscriversi al percorso formativo compilando il modulo al link https://goo.gl/j89frb entro il 27 maggio 2017 alle ore 12. I partecipanti, selezionati tra i primi 25 iscritti, riceveranno durante la stessa giornata una conferma via e-mail di avvenuta iscrizione ufficiale.

La prima settimana di formazione si svolgerà presso l’aula consiliare del Comune di San Giovanni Gemini. Mentre la seconda settimana presso l’aula consiliare del Comune di Cammarata. Il percorso di formazione intensivo ha l’obiettivo di fornire tutti gli strumenti utili a guide escursionistiche, accompagnatori, operatori del settore turistico e chiunque voglia spendersi attivamente nel progetto promosso dal partenariato diffuso di tredici Comuni, al fine di approfondire e conoscere in modo esperto la Magna Via Francigena. Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione. Di seguito, gli argomenti che verranno affrontati e trattati durante il corso delle due settimane di corso.

Argomenti principali

Elementi di Storia del cristianesimo e Storia medievale.
Storia della Sicilia.
Geografia storica.
Metodologie e tecniche del censimento standardizzato delle informazioni storiche, culturali e logistiche (punti di interesse) dei Cammini.
Modulo Accoglienza\Escursionismo (30 h. tot.).

Argomenti principali

Tecnica del turismo.
I segmenti della domanda di settore (il turismo religioso, il turismo natura, il sentierismo, il turismo trekking, ecc.).
Segnalazione e fruizione dei percorsi (differenziazione fra rotta principale/rotte secondarie/rote alternative; segnaletica; sicurezza, controllo e manutenzione dei sentieri; punti sosta/ punti ristoro/punti rifornimento, ecc.)
Modulo Socio-Assistenziale (25 h. tot.).

Argomenti principali

Patologie invalidanti, disabilità, handicap fisici e psichici.
Psicologia della disabilità e della riabilitazione.
Elementi di Primo soccorso.
Accessibilità / usabilità del Cammino e di tutti i servizi collegati (analisi di dettaglio delle tratte e delle criticità potenziali).

Articolo precedente

La Scala dei Turchi, lo scoglio dei saraceni che celebrò l'amore di 'zitu e 'zita

Articolo successivo

Svegliarsi su un canyon e osservare il fiume Colorado: il road trip alla scoperta dei parchi nazionali americani

Erika Diliberto

Erika Diliberto

Nata a Bologna, figlia di un carabiniere, ha cambiato più volte casa e “pelle”. Ha collaborato con diversi blog e con il Giornale di Sicilia. Dedica il proprio tempo libero alla sua famiglia più che speciale composta da marito, quattro cani, tre canarini e cinque gatti! Detesta i termini ambientalista o peggio ancora animalista. “Sono solo una donna che apprezza la vita e che la rispetta in tutte le sue forme, dalla più piccola alla più grande”. Adora far lunghe passeggiate all'aria aperta accompagnata dai suoi quattro zampe, al caos predilige di gran lunga il silenzio e le persone che sanno ascoltare più che parlare. Ama la sobrietà e la semplicità d'animo anche nella scrittura. D’altronde la sua citazione preferita è dello scrittore russo Isaak Babel: "Non c'è ferro che possa trafiggere il cuore con più forza di un punto messo al posto giusto".

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *