Eventi

Per gli amanti del fiore verde, Niscemi ospita l’antica Sagra del Carciofo

Con l’avvento della primavera la Sicilia dà il via ad una delle sagre più attese e contese dall’intera isola.

La Sagra del Carciofo a Niscemi, arrivata ormai alla sua 37° edizione, rappresenta uno dei più antichi appuntamenti fieristici del panorama siciliano.

All’evento che si terrà tra 31 marzo ed il 2 aprile, protagonista indiscusso della manifestazione è il Carciofo.

Sarà anche possibile  trovare in numerose varianti culinarie, in uno sfondo di eventi, esposizioni e spettacoli che promuovono l’agricoltura e l’artigianato della città.

Agricoltura e artigianato, cuore pulsante dell’economia locale, hanno permesso alla Sagra del Carciofo di diventare negli anni un punto di riferimento nel panorama fieristico ed alimentare in Sicilia.

Si registrano affluenze anche di 80.000 visitatori annui, nonché una vasta partecipazione di aziende ed espositori di altri Comuni d’Italia.

Evento dunque imperdibile tra le vie ed i luoghi storici del Comune di Niscemi. Un percorso attraverso un’affascinante città seicentesca arroccata lungo un altopiano che si affaccia sulla Piana di Gela.

Un paese ricco di storia, tradizione e cultura, e con una propria riserva naturale, la Sughereta di Niscemi, tra le più belle della Sicilia Orientale.

Una Sagra imperdibile che da anni fa ormai parte di una cultura radicata della tradizione di Niscemi, che per l’alto indice di produttività è conosciuta come “capitale del carciofo”.

Tra i piatti tipici locali non potrà mancare per il visitatore  la famosa “cacucciulata”.

Articolo precedente

Eolie, pescatori in sciopero: "Troppi delfini danneggiano le reti"

Articolo successivo

Bit, al via l'edizione della riscossa

Erika Diliberto

Erika Diliberto

Nata a Bologna, figlia di un carabiniere, ha cambiato più volte casa e “pelle”. Ha collaborato con diversi blog e con il Giornale di Sicilia. Dedica il proprio tempo libero alla sua famiglia più che speciale composta da marito, quattro cani, tre canarini e cinque gatti! Detesta i termini ambientalista o peggio ancora animalista. “Sono solo una donna che apprezza la vita e che la rispetta in tutte le sue forme, dalla più piccola alla più grande”. Adora far lunghe passeggiate all'aria aperta accompagnata dai suoi quattro zampe, al caos predilige di gran lunga il silenzio e le persone che sanno ascoltare più che parlare. Ama la sobrietà e la semplicità d'animo anche nella scrittura. D’altronde la sua citazione preferita è dello scrittore russo Isaak Babel: "Non c'è ferro che possa trafiggere il cuore con più forza di un punto messo al posto giusto".

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *