Itinerari

Fundrò e la via dei Mulini, trekking nelle campagne di Piazza Armerina

Una giornata, quella di domenica 13 gennaio, dedicata al trekking in uno degli angoli meno conosciuti dei Monti Erei: Fundrò e il Vallone Furma. Luogo interessantissimo sia dal punto di vista storico-archeologico che naturalistico, all’interno del Rocca Di Cerere Geopark, nel territorio di Piazza Armerina.

Qui infatti si trovava l’antico abitato di Fundrò, villaggio che sorse in età arabo-normanna, anche se le tracce di frequentazione umana nell’area sono ben più antiche. Quest’abitato sopravvisse fino alla fine del XIV sec., quando venne distrutto e i suoi abitanti deportati nella vicina città di Castrogiovanni (oggi Enna) nel quartiere che ancor oggi porta il nome di Fundrisi.

Di Fundrò sopravvivono i resti dell’abbazia costruita agli inizi del XV sec e rimasta in funzione come tale per circa due secoli.

Dopo la visita dell’antica abbazia, lungo il vallone, gli escursionisti i ruderi di antichi Mulini ad acqua utilizzati per la molitura del frumento. Alcuni di essi ancora in funzione fino ai primi del ‘900, ci ricordano la stretta connessione tra questa parte della Sicilia, la cerealicoltura e le attività ad essa correlate. Un rapporto strettissimo ed ancor oggi tangibile che affonda le proprie radici nel mito di Demetra e Kore e oltre.

Infine si risalirà per un ampio tratto le sponde del Torrente Furma un interessantissimo corso d’acqua, vero e proprio tesoro da un punto di vista naturalistico, in quanto ancor oggi non presenta alcuna forma d’inquinamento e custodisce al suo interno un’interessantissimo esempio di ambiente ripariale dell’entroterra.

INFORMAZIONI:
Difficoltà E (media), lunghezza 7 Km.
Q.partenza 600mt. Q.max 612mt. Q.min 510mt.

Equipaggiamento necessario: scarpe da trekking, giacca a vento, k-way o mantella antipioggia, acqua, pranzo a sacco.

Incontro ore 9.00 lungo la SP4.  Ai partecipanti verrà comunicato il punto d’incontro.

Prenotazione obbligatoria, quota di partecipazione* 10 euro
*La quota include organizzazione, guida ambientale escursionistica, tessera associativa, un break lungo il cammino.
Pranzo a sacco (a cura dei partecipanti)

Per info e prenotazioni chiamare i seguenti numeri o contattare via mail:
+39 3286812913 Michele
+39 3281357424 Carmen
officinacafeci@gmail.com

thumbnail_Bonetta dell'Oglio _ foto Alice Campo
Articolo precedente

Not, alla Zisa di Palermo due appuntamenti con la chef Bonetta dell’Oglio

Articolo successivo

Una compagnia aerea siciliana per ridurre i prezzi dei biglietti? Magari!

Redazione

Redazione

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *