Le Storie

Eleonora e Gianmario, i “vlogger” che scoprono il mondo a piedi

Per una serie di fortunati eventi ho avuto l’occasione, l’onore e la fortuna di conoscere due “vlogger“.

Una coppia originaria di Enna, capoluogo di provincia (quando esistevano le province) più alto d’Italia, che per vari motivi si è trasferita in Germania. Eleonora e Gianmario Lambo. Due instancabili viaggiatori, entusiasti, attenti ad ogni particolare ed estremamente curiosi. Hanno fuso due loro passioni, il video editing ed i viaggi, fondando un vlog: Foot ontheway.

Un nuovo modo di pensare i viaggi, di pensare la scoperta di luoghi poco conosciuti ai più, paesini sperduti o grandi città attraverso i droni, o le fotocamere di due persone che amano viaggiare, amano i rapporti umani ed amano confrontarsi con il nuovo non avendo paura di osare.

Nell’era in cui riesci a camminare per le strade di Bangkok con “Google streetview”, in cui hai amici, mai visti, in tutto il mondo, nell’era in cui le distanze sono estremamente brevi e la conoscenza è immediata, ma passeggera, trovare due persone che con entusiasmo ed emozione viaggiano in lungo ed in largo per l’Europa, intessono stretti rapporti umani, condividono storie guardando le persone negli occhi, seppur attraverso l’obbiettivo della fotocamera, ritengo sia molto difficile e ciò aumenta il valore del lavoro di questi ragazzi.

Foot ontheway funziona perchè è vero, non costruito, un vlog social che crea reti di amicizie vere e tangibili. Uno strumento che accresce il valore del social network e ti catapulta nei luoghi e nelle storie vissuti dai due viaggiatori.

La mission è quella di far conoscere angoli di mondo poco conosciuti, poco frequentati e poco pubblicizzati, del resto Sorrentino in “La Grande Bellezza” ci insegna che la felicità sta nelle piccole cose, la bellezza cammina di pari passo con il “vero”. Foot ontheway ci dimostra che si può rimanere affascinati dal silenzio di una via deserta o trovare se stessi in una piazza affollata di una grande città.

Un nuovo modo di viaggiare, dicevamo, che aiuta a vivere i luoghi, aiuta a scoprire diamanti grezzi nascosti nel silenzio e resi vivi da una storia raccontata, un viaggio vissuto che si porta dietro le proprie sensazioni.

Invidio questi ragazzi perchè riescono ad essere testimoni del cambiamento repentino del mondo, del “frenetico vivere”, ma riescono a rimanere ancorati ad un modo di essere che li rende ancora uomini fatti di legami, amicizie  e relazioni.

Foot ontheway è il giusto compromesso tra il social ed il sociale, un felice viaggio fuori dagli schermi.

Se volete seguire il “vlogger” ecco il link: https://footontheway.wordpress.com/

Articolo precedente

Montalbano fa un tuffo nel medioevo, tornano le Feste Aragonesi

Articolo successivo

Alla scoperta di Cardiff, la città fortezza che domina il Galles

Domenico Pistone

Domenico Pistone

Domenico Pistone, non ama stare fermo a far nulla, è alla continua ricerca di cose che lo incuriosiscono, ama sorprendersi delle piccole cose, viaggiare leggere e disegnare usando gli acquerelli (che porta sempre con se). Ama la grafica ed il design, nel tempo libero si rilassa ridando nuova vita ad oggetti che altrimenti andrebbero gettati via, progetta borse e magliette, scrive per Landscape Architecture Network e cura la grafica e la comunicazione per vari associazioni ed enti. É un fermo sostenitore dell'associazionismo e credente convinto delle relazioni umane, molto "sociale" e poco "social".

É un Siciliano convinto ed amante della sua terra e del suo piccolo paesino del centro Sicilia. Coltiva uva, ama le lunghe passeggiate con il suo cane Loos.

1 Comment

  1. 27 Aprile 2017 at 18:51 — Rispondi

    Seguite Foot Ontheway anche su Youtube per rimanere sempre aggiornati sulle nostre avventure: http://www.youtube.com/footontheway

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *