Borghi

A Donnalucata si fa la festa alla seppia. Pesce fresco servito da chef e pescatori

Dal 15 al 17 marzo ritorna nel porticciolo di Donnalucata la tradizionale Sagra della Seppia che da quest’anno cambierà nome mantenendo la propria vocazione alla bontà.
Quest’anno la sagra è stata ribattezzata Gusto mare nero, ma nonostante il cambio del nome resta comunque un’ottima occasione per gustare la seppia cucinata e servita nei modi più disparati.
Il porticciolo di Donnalucata diventa per tre giorni teatro della gastronomia e nel borgo marinaro sarà possibile gustare seppie freschissime appena pescate.
La seppia quindi sarà la vera protagonista di una delle feste più suggestive dell’isola, con degustazioni di piatti a base del pesce servito attraverso le varie declinazioni: all’interno dell’arancina, nella pasta, da contorno o come seconda portata. E a cucinare saranno pescatori e chef.
“Sarà un evento H72 – ha detto il patron della storica Sagra della seppia, Gianni Voi – ciò a dire che la macchina impegnata nella preparazione delle diverse pietanze lavorerà ininterrottamente per tre giorni. Non solo degustazioni ma anche show cooking con i migliori chef della provincia. È inutile dire che quest’anno cercheremo di superare la soglia dei 2 mila chili di seppie raggiunta nella passata edizione”.
IL BORGO MARINANO
Donnalucata è una delle frazioni marinare del comune di Scicli a cui dista circa 8 km. Il bel borgo affacciato sul mare è la Marinella del Commissario Montalbano, qui infatti vengono girate molte scene dellla serie tv. Secondo un’antica leggenga religiosa, nel 1091, il conte Ruggero d’Altavilla sconfisse i saraceni grazie all’intervento della Madonna delle Milizie e in tale luogo fu costruito un santuario. Attorno al santuario e ad una torre costiera si sviluppa nei secoli il borgo. La costa è caratterizzata da ampie spiagge di fine sabbia dorata, che in estate diventano meta di vacanzieri. Le attività principali del borgo sono la pesca ed il turismo, oltre all’agricoltura in serra con la produzione di primizie orticole e fiori.
Per informazioni basta collegarsi alla pagina Facebook dell’evento https://www.facebook.com/events/755912691474648/?active_tab=discussion
Articolo precedente

La Vendicari nascosta, trekking nell'incantevole riserva naturalistica di Siracusa

Articolo successivo

Le vie dei Tesori, la prossima edizione dedicata a Sebastiano Tusa

Redazione

Redazione

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *