Borghi

ChocoModica, la città siciliana capitale del dolcissimo “oro nero”

Dall’8 al 10 dicembre Modica ospita ChocoModica, lo straordinario festival del cioccolato ormai affermato nel panorama internazionale. ChocoModica è diventato un must non solo per chi abita nella ‘Contea’: il prezioso oro nero è ormai riconosciuto in tutto il mondo, e ne è testimone la certificazione da poco ottenuta.

Il cioccolato di Modica è il primo cioccolato al mondo a potersi vantare del marchio IGP ed è ormai sempre più inserito all’interno dell’incredibile patrimonio Unesco della città.

La sua lavorazione, frutto di una sapiente tradizione giunta fino a noi, dà vita a un prodotto che per tutte le sue caratteristiche viene considerato ineguagliabile.

Oltre all’unicità del suo cioccolato, Modica può contare su una cornice unica: dalle sue cento chiese al centro storico, dai palazzi barocchi con i famosi mascheroni ai vicoli pittoreschi. È per questo che ChocoModica non è semplicemente un evento gastronomico.

La città aprirà tutte le sue ricchezze al pubblico (per il quale sarà disponibile anche un servizio navetta).
Gli eventi saranno numerosi e spazieranno dagli Show Cooking a laboratori live, dai giochi per bambini alle degustazioni.

Il cioccolato, il ‘cibo degli dei’, sarà il protagonista indiscusso, soprattutto nel ChocoTalk (sabato 9 dalle 10 alle 19), dedicato a ‘Il mondo del cioccolato, il cioccolato nel mondo’, che vedrà intervenire oltre che Nello Musumeci, presidente della Regione Sicilia, Juan Mesa Zuleta, ambasciatore della Colombia in Italia, e prestigiosi esperti che daranno luogo a un viaggio unico tra la Colombia e Modica, unite dalla produzione di eccezionale cioccolato. In questa occasione verrà presentata la guida de La Repubblica ‘Cioccolato Gourmet’.
Gli ospiti del festival potranno godere anche di rassegne cinematografiche, musical, appuntamenti dedicati alla musica e alla danza.

Tra le altre cose, Antonio Caprarica presenterà il nuovo libro ‘L’Ultima Estate di Diana’ (venerdì 8 alle 18) e Pino Insegno intratterrà con il suo One Man Show (sabato 9 alle 22.00).

Il programma completo su www.chocomodicaofficial.it

Articolo precedente

Nella magica cornice di Petralia Soprana, dall'8 al 30 dicembre la l'XI edizione del "Presepe d’InCanto"

Articolo successivo

Street food e arte: nasce a Palermo “Passami ù coppu” dello chef Natale Giunta

Vincenzo Nugara

Vincenzo Nugara

Più che un viaggiatore mi definirei un pendolare. Innanzitutto nel senso tradizionale: viaggio da anni dal mio paese, San Giovanni Gemini, prima per frequentare il Liceo Classico, ora per studiare Fisica. L’essere pendolare cambia inevitabilmente il modo di pensare, l’idea stessa di casa, di viaggio, di mondo. E così ho cominciato a fare il pendolare anche in un’altra dimensione: l’Arte. Ho iniziato a viaggiare incessantemente tra la Letteratura, le Arti Figurative, il Teatro, la Musica e il Cinema. Solo così ho imparato ad amare insieme Kubrick e Moresco, De André e Tarantino, Messi e Leopardi (sì, Messi è nelle Arti Figurative). Cosa c’è di particolare nell’essere pendolare? La necessità di ritornare sempre, e il non sapere se e dove il viaggio si concluderà.

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *