Eventi

Catania ospita per la prima volta la mostra “Escher”

Per la prima volta in Sicilia: Escher approda a Catania.

Oltre 140 opere del genio olandese, amatissimo dal grande pubblico, saranno in mostra a Palazzo della Cultura. Mano con sfera riflettente (1935), Vincolo d’unione (1956), Metamorfosi II (1939) e Giorno e notte(1938).

Sono solo alcune delle opere iconiche del grande genio olandese Maurits Cornelis Escher (1898-1972) presentate a Catania, città in cui l’artista giunse – l’ultima volta – nel maggio del 1936 nel suo ideale Grand Tour nella penisola.

Per l’occasione, alle opere emblematiche e ormai presenti nell’immaginario collettivo, è affiancata un’ineditaselezione di opere prodotte da Escher durante i vari soggiorni in Sicilia avvenuti tra il 1928 e il 1936.

La mostra Escher è promossa dal Comune di Catania, prodotta e organizzata dal Gruppo Arthemisia in collaborazione con la M.C. Escher Foundation ed è curata da Marco Bussagli e Federico Giudiceandrea.

Data Inizio: 19 marzo 2017
Data Fine: 17 settembre 2017
Costo del biglietto: 12,00 €
Prenotazione:Facoltativa; Telefono prenotazioni: + 39 095 883791
Luogo: Catania, Palazzo della Cultura
Indirizzo: via Vittorio Emanuele, 121
Città: Catania
Provincia: CT
Regione: Sicilia
Orario: Dal lunedì al venerdì e domenica dalle 10.00 alle 20.00Sabato dalle 10.00 alle 24.00(la biglietteria chiude un’ora prima)
Telefono: +39 095 883791
E-mail: rosa.previti@comune.catania.it

Dove:

 Palazzo della Cultura
Città: Catania
Indirizzo: via Vittorio Emanuele, 121
Provincia: CT
Regione: Sicilia

 

Articolo precedente

A Palermo in mostra le opere di Guttuso

Articolo successivo

I viaggi di Cicerone, una nuova voce per raccontare la Sicilia autentica

Erika Diliberto

Erika Diliberto

Nata a Bologna, figlia di un carabiniere, ha cambiato più volte casa e “pelle”. Ha collaborato con diversi blog e con il Giornale di Sicilia. Dedica il proprio tempo libero alla sua famiglia più che speciale composta da marito, quattro cani, tre canarini e cinque gatti! Detesta i termini ambientalista o peggio ancora animalista. “Sono solo una donna che apprezza la vita e che la rispetta in tutte le sue forme, dalla più piccola alla più grande”. Adora far lunghe passeggiate all'aria aperta accompagnata dai suoi quattro zampe, al caos predilige di gran lunga il silenzio e le persone che sanno ascoltare più che parlare. Ama la sobrietà e la semplicità d'animo anche nella scrittura. D’altronde la sua citazione preferita è dello scrittore russo Isaak Babel: "Non c'è ferro che possa trafiggere il cuore con più forza di un punto messo al posto giusto".

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *