Le Storie

Cantu, cuntu e focu della Sicilia: al Tempio di Giunone lo spettacolo-concerto di Ilaria Bordenca

Il Teatro Off OpenSpace Theater presenta domenica 12 agosto al Tempio di Giunone al Parco Archeologico Valle dei Templi, “Canti, Cuntu e Focu della Sicilia Bella”, regia e adattamento testi di Ilaria Bordenca.

Uno spettacolo-concerto che spazia dalla musica al teatro, al canto, dal teatro-danza all’arte circense: giocoleria, contact, danza con il fuoco.

Un connubio di arti che racconta la terra di Sicilia e il popolo di Sicilia come metafora di un piu’ vasto Macrocosmo, la Sicilia come metafora dei vari dilemmi esistenziali.

Un adattamento e un collage dei testi cucito con arte sopraffina. In “Canti, Cuntu e Focu della Sicilia Bella” la terra di Sicilia viene raccontata attraverso grandi letterati della nostra terra, come Pirandello, perfettamente assonante a grandi attori e registi cinematografici come Charlie Chaplin.

Un mix che va dalla grandissima Rosa Balistreri ad un rivoluzionario Bob Marley, e ad un tenace Domenico Modugno. Lo spettacolo-concerto è capeggiato dal fulgido personaggio pirandelliano dei Giganti della Montagna, un Mago Cotrone al femminile, in cui man mano raccontando le sue storie magiche e tutti fantasmi che ha in mente, si trasforma nei vari personaggi, e facendo rivivere un cocente rituale del “Fuoco” delle Streghe, e le maledette Trizzi di Donni.

Questo spettacolo mette in luce i sentimenti contrastanti e dissonanti di amore ed odio da parte dei siciliani verso la Sicilia. Stiddra d’amuri per apostrofarla con un romantico Pablo Neruda.

Una performance che mette in evidenza un popolo di Sicilia. Popolo che si identifica tra la Malarazza ed un poetico Colapesce, tra chi distrugge la Sicilia e chi ancora con tenacia e consistenza tiene le sue sorti.

Una performance intrisa di antichi fantasmi pirandelliani, personaggi mitici della nostra storia e anime circensi pieni d’anima. Uno spettacolo impastato di fuoco sacro di Sicilia e della sua nera sacralità, terra baciata, amata e riamata dal sole e offuscata da mille ombre. Personaggi che su note di un vento musicale sussurrano passioni, canti e preghiere e gridano l’ardore di Sicilia.

Il palcoscenico di “Canti Cuntu e Focu della Sicilia Bella” sono generalmente i luoghi fisici e storici intrisi di un passato antico, ma e’ predisposto, con un adattamento scenico adeguato al contesto, ai teatri. Mago Cotrone, capocomico della Compagnia degli Scalognati, fa venir fuori tutti i fantasmi che la coscienza della gente rifiuta. I teatranti, che giocano come i bambini, ma con la stessa serietà, rimangono padroni di niente e di tutto. Vivono di niente e di tutto, re e regine, il loro popolo,la gente, l’umanita’.

Uno spettacolo denuncia ricco di bellezza e amore.

La Sicilia esclusivamente una metafora dei conflitti esistenziali di ogni essere umano e di ogni collettività universale. Racconto di una Sicilia ricca di desiderio di ritorno alla bellezza e allo stupore, alla dignita’ e alla forza autentica dell’individuo. Uno spettacolo in cui anche il pubblico ne e’ protagonista e in cui partecipa attivamente all’azione teatrale.

La scenografia dello spettacolo sara’ rappresentata, oltre che da elementi scenici, dalle sculture e dalle pitture di Rosa Tirrito e Alfredo Bordenca.

La produzione è a cura di OpenSpace Theater. Regia e adattamento testi di Ilaria Bordenca.

L’opera verrà messa in scenda domenica alle 21.00 nel corso del Festival d’Autore organizzato da Agrigento Estate, CoopCulture, Parco Archeologico Valle dei Templi Agrigento. Nel cast Ilaria Bordenca, Fabio Gueli, Mario Vasile, Domenico Pontillo, Gigi Finestrella, Ina Infurna, Fabrizio Campo, Valerio Genovese, Sabrina Firmaturi, Rachele Firmaturi.

Il Coro Il Bel Canto è composto da: Adriano Miceli, Alison Nicoletti, Chiara Grilletto, Francesco Nobile. E ancora Enza Zambito, Alessia Peritore, Manuela Sansone, Alida Pedalino. Assistente alla regia Aron Piraneo. Elementi Artistici Scenografici di Rosa Tirrito e Alfredo Bordenca.

Biglietti Disponibili www.coopculture.it.

Per informazioni  0922 1839996 dalle 9.00 alle 19.00

CANTI CUNTU E FOCU DELLA SICILIA BELLATeatro, Musica, Canto, Danza del Fuoco, Contact. Domenica 12 Agosto, ore 21.00 Parco Archeologico Valle dei Templi Agrigento SicilyFestival di Autore Agrigento Estate 2018Realizzato da Coop CultureBiglietti disponibili www.coopculture.it

Pubblicato da OpenSpacetheater Sicilia su Venerdì 27 luglio 2018

Articolo precedente

Calici di stelle a Castiglione di Sicilia: degustazioni di vino nella Notte di San Lorenzo

Articolo successivo

Sognando con il naso all'insù: Notte di San Lorenzo al Belvedere Kainon di Realmonte

Redazione

Redazione

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *