Borghi

Benvenuti alla Farm, il santuario dell’arte ideato dal notaio con le sneackers

Se vi parlano di Andrea Bartoli cancellate dalla vostra mente l’immagine stereotipata del notaio.

Non lo troverete immerso tra pile polverose di scartoffie, vecchi barbuti dal linguaggio pregno di bizantinismi, topi da burocrazia, dotti giudici di sapienza ed erudizione eclissati in sontuosi studi.

Bartoli è un notaio sui generis: polo, bermuda, sneackers ai piedi. E’ un uomo illuminato, un visionario, per molti un guru, per altri un mecenate dei tempi moderni, un novello Lorenzo De Medici.

 

 

 

 

Articolo precedente

Barilla e Lavazza alla presidenza della neonata Unione Italiana Food

Articolo successivo

Ecco Stromboli, l'isola di "Iddu"

Giuseppe Taibi

Giuseppe Taibi

Nell'eterno dilemma tra l'essere siciliano di scoglio o di mare aperto, Giuseppe Taibi non ha dubbi: lui che non riesce a stare lontano dall'Isola per più di un mese è di sicuro un siciliano di scoglio. Troppo forte l'amore per la sua terra che il trentaquattrenne cronista, racconta da da più di dieci anni sul Giornale di Sicilia. Da inviato del settimanale Siciliaoggi si è occupato di immigrazione e politica regionale. Blogger, ha ideato il progetto “Cartastampata”. Studioso dei fenomeni mafiosi e della storia di Cosa nostra, ha tenuto diversi incontri sulla legalità nelle scuole della sua regione. Attualmente è impegnato nella realizzazione di documentari impegnati e video inchieste.

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *