Sapori

Barilla e Lavazza alla presidenza della neonata Unione Italiana Food

MILANO – È nata dalla fusione di Aidepi e Aiipa la più grande associazione dell’alimentare in Europa, l’Unione Italiana Food, e che rappresenta 450 imprese italiane di oltre 20 settori merceologici, con 65.000 addetti per un fatturato da oltre 35 miliardi di euro.
«L’obiettivo – hanno dichiarato congiuntamente il presidente e vicepresidente Paolo Barilla e Marco Lavazza – è semplificare il sistema, ed essere più efficaci. Per farlo bisogna essere uniti. Aiuteremo Federalimentare a lavorare meglio e i nostri associati a crescere”. Tra gli obiettivi, portare più compatti le istanze del mondo dell’alimentare nel confronto con Governo e Istituzioni.
Assieme le imprese associate ad Aidepi (l’Associazione delle industrie del dolce e della pasta italiane) e Aiipa (l’Associazione italiana delle industrie prodotti alimentari) hanno un export di circa 10 miliardi, e portano sulle tavole del mondo circa 800 marchi, tra cui alcuni grandi simboli dell’eccellenza agroalimentare italiana: caffè, pasta, sughi e salse, ortofrutta fino ai prodotti da forno, Panettone e Pandoro solo per citare i più noti. Con le altre associazioni del settore, ha dichiarato Lavazza, il rapporto sarà di «collaborazione, attiva e propulsiva per tutti quanti. Per il bene del Paese e delle nostre aziende». L’Italia, per Barilla, «deve diventare il territorio ideale per fare il mestiere dell’agroindustria. Anche noi, con le nostre aziende familiari, potremo vivere bene se il Paese starà bene, e se il resto del mondo vedrà l’Italia come paese di eccellenza».

Articolo precedente

La Regata dei cetacei

Articolo successivo

Benvenuti alla Farm, il santuario dell'arte ideato dal notaio con le sneackers

Redazione

Redazione

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *