BorghiSapori

Arte e sapori, a Pachino torna l’Inverdurata

Dal 10 al 13 maggio Pachino farà da teatro alla XVI edizione dell’Inverdurata, l’evento volto alla promozione turistica e sociale del territorio.

Al centro la realizzazione dei mosaici vegetali con frutta e verdura, proprio per offrire una lettura alternativa del territorio e delle sue tradizioni. I 22 bozzetti sono già stati selezionati tra le proposte arrivate dalla commissione e saranno realizzati durante il tardo pomeriggio e la notte di venerdì 10 maggio. Tutti quest’anno avranno il tema “La Sicilia rappresentata dai manifesti in Art Nouveau”, proprio per offrire una rievocazione storica e artistica del territorio attorno allo stile Liberty. Un rito collettivo che oramai si ripete da sedici anni e che caratterizza un momento importante della storia della città.

Per la realizzazione dell’iniziativa, quest’anno è stata costituita l’Associazione temporanea di scopo Capo Pachyni: una forza coesa che porti avanti la promozione e lo sviluppo socio-economico e turistico-culturale della città passando, anche per l’Inverdurata.

A farne parte il Consorzio del Pomodoro di Pachino IGP, l’associazione turistica Pro Loco di Marzamemi, l’associazione Culturale “Inverdurata” di Pachino, l’Associazione Commercianti e artigiani di Pachino, l’Associazione Vivi Vinum Pachino, l’Associazione Strada del Vino e dei Sapori del Val di Noto, la società Raggio Verde,la società Casa Verde Italia, l’azienda Campisi conserve di Marzamemi, l’azienda Adelfio Conserve di Marzamemi.

Un insieme di aziende, consorzi e associazioni che curano l’Inverdurata 2019, dopo il recente commissariamento del Comune, per ribadire con forza l’identità di un luogo magico.

L’imprenditoria e l’economia di Pachino si basa prevalentemente sull’agroalimentare e sull’agricoltura di qualità, la ricerca di nuove tecniche di produzione nel rispetto del territorio hanno portato al raggiungimento di livelli qualitativi straordinari.

La manifestazione mira ad espandersi ed avere una visibilità diffusa, che raggiunga una copertura regionale e, nel medio termine, anche nazionale che valorizzi il settore dell’agricoltura, attraverso una rassegna artistica di mosaici composti dai prodotti agroalimentari del territorio: vere e proprie opere d’arte ad opera di mani sapienti, che li utilizzano in maniera creativa per mettere in risalto il bello, l’elegante, l’effimero; non a caso, tale manifestazione è stata inserita nel circuito internazionale delle Arti Effimere.

Agricoltura e cultura è il messaggio che ormai da 16 anni l’inverdurata trasmette affermandosi come una delle Manifestazioni più importanti e ad alto impatto turistico- promozionale della città.
Un concentrato di espressioni più particolari ed esclusive al mondo che animerà una delle edizioni più significative e di slancio per tutto il nostro territori.

Un evento che abbraccia tutto il territorio e le sue mille risorse: arte, cultura, enogastronomia, agricoltura e molto altro si fonderanno tra loro per dare vita ad una delle manifestazione più originali al mondo.

Per Informazioni Pro Loco Marzamemi , 3920912515, www.prolocomarzamemi.com.

Articolo precedente

A bordo di una locomotiva del 1910 per visitare la Fiera mediterranea del cavallo

Articolo successivo

Teatro, Festival dei giovani: a Palazzolo Acreide oltre 2.500 studenti da tutto il mondo

Redazione

Redazione

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *