BorghiSaporiSenza categoria

Aci Trezza, una sagra del pesce spada per festeggiare il santo patrono

Acitrezza festeggia il proprio santo patrono, San Giovanni Battista, con … gusto. Il prossimo fine settimana, da venerdì 8 a domenica 10 giugno, lo Scalo di alaggio della cittadina catanese, ospiterà la Sagra del pesce spada.

Anche quest’anno, su quattro grandi griglie, verrà cucinato del buon pesce spada, pescato dalle “spadare” trezzote, che sarà poi condito con olio, limone, origano, sale ed insalata fresca. Il tutto sarà accompagnato dall’immancabile bicchiere di buon vino bianco insieme al pane di casa e da una bibita ghiacciata.
Ed infine, sulla scia del grande successo di pubblico degli anni passati, si svolgerà la mostra ed esposizione dell’artigianato e dei prodotti tipici locali, che faranno da cornice allo splendido scenario del Lungomare dei Ciclopi e l’incantevole sfondo della marineria con l’isola Lachea ed i faraglioni dei Ciclopi.

La porzione pertanto comprende:
– 250 gr. circa pesce spada alla griglia servito in un piatto con insalata verde;
– 1 bicchiere di vino bianco o altra bibita a scelta;
– 1 panino.

Per maggiori informazioni
www.facebook.com/festasangiovanni.it
www.festasangiovanni.it

IL BORGO

centro peschereccio di antica tradizione fondato alla fine del Seicento dal nobile palermitano Stefano Riggio come approdo marittimo per il proprio feudo, il paese si affaccia sul mar Ionio dinanzi al piccolo arcipelago delle isole dei Ciclopi, sito di interesse naturalistico e geologico; dalla seconda metà del Novecento il borgo è divenuto anche una destinazione unica

Acitrezza è nota inoltre per essere il luogo in cui sono stati ambientati il romanzo I Malavoglia di Giovanni Verga e il film La terra trema di  Luchino Visconti a sua volta direttamente ispirato all’opera dello scrittore verista.

FOTO DI COPERTINA DA WWW.ILDISTRETTO.IT

Articolo precedente

Una marina di libri: a Palermo la nona edizione del festival dell'editoria indipendente

Articolo successivo

Trekking tra Valle Vite e Chiusa Sclafani

Redazione

Redazione

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *