Borghi

Il Presepe vivente di Sutera, un viaggio emozionale lungo due decenni

Sono trascorsi vent’anni oramai da quella meritevole iniziativa che vide coinvolti alcuni parrocchiani nell’allestimento di un presepe vivente all’interno del suggestivo quartiere del Rabato, lungo le vie dell’antico centro storico di Sutera. Da subito fu chiaro a tutti che quel presepe, quell’allestimento, il luogo, i sapori, le tradizioni ed i figuranti locali erano diversi da tutti gli altri e lo sarebbero stati e quella particolare rappresentazione della natività nonchè la sua popolarità avrebbe sicuramente varcato le soglie dell’attenzione “locale”.

E cosi è stato e dopo vent’anni da quella prima edizione, il presepe vivente di Sutera, oggi conosciuto in tutta Italia e visitato da migliaia di visitatori è diventato motivo di orgoglio e di vanto per un’intera comunità. La manifestazione, oggi organizzata con maestria dalla Associazione Kamicos, in stretta collaborazione col Comune di Sutera, ha ancora luogo presso l’antico quartiere arabo “Rabato” che n virtù delle case in gesso costruite le une sulle altre, quasi senza soluzione di continuità, e dei numerosi viottoli e viuzze che disegnano l’impianto urbano, è unica nel suo genere.

A rendere ancora più appetitosa e suggestiva l’iniziativa e a far da cornice al presepe di Sutera, che fa parte del circuito dei Borghi Più Belli di Italia, sono anche gli splendidi paesaggi circostanti come la Montagna di San Paolino e le colline di San Marco, Santa Croce e della “χacca”.

La prima è una grande roccia monolitica gessosa, sulla cui cima sorge l’omonimo santuario, al cui interno sono custodite le reliquie dei santi protettori del paese, ovvero San Paolino, Sant’Onofrio e Sant’Archileone e alle cui pendici è adagiato il piccolo comune nisseno. Subito dopo aver varcato l’ingresso per il visitatore ha inizio un vero e proprio viaggio emozionale dove avrà l’opportunità di rivivere un tempo, seppur non troppo lontano, oramai remoto alle nuove abitudini di una società in continua evoluzione. Lungo le vie strette del Rabato, le porte delle piccole case di gesso, alcune delle quali incastonate nella roccia, si aprono al pubblico e mostrano i loro tesori. Gli antichi mestieri rivivono il loro antico e saggio splendore. La casa della sarta, il panettiere, il frantoio, il calzolaio, la casa dello speziale e tante altre, popolate e rese vive dagli oltre cento figuranti, regalano allo spettatore una emozione senza eguali.

Lungo il percorso inoltre, che porta alla capanna della natività, è possibile degustare, camminando, alcuni prodotti locali che un tempo erano alla base della dieta dei nostri nonni.

Da un bicchiere di buon vino al formaggio fresco, dal pane caldo condito con olio sale e pepe al gustoso e succulento piatto di ceci caldi, per poi terminare con la degustazione della “pignolata”, dolce tipico della nostra Regione. Ecco cosa rende il presepe di Sutera unico nel suo genere. Oltre alla suggestione dei luoghi alla maestria di chi ha lavorato perchè gli antichi mestieri e le botteghe ritornassero alla luce non può non essere menzionata la gentilezza e la cortesia dei residenti che indossando i panni delle donne e degli uomini siciliani dei primi del 900, prendono per mano lo spettatore rendendo il suo viaggio nel tempo un’esperienza da non dimenticare!

Da alcuni anni a questa parte al Presepe Vivente di Sutera gli è stato riconosciuto il titolo di presepe più ecologico d’Italia ed anche in questa ventesima edizione gli addetti ai lavori hanno realizzato una manifestazione “rifiuti free” a conferma delle buone pratiche che ha adottato l’antico borgo di impianto medioevale dell’entroterra siculo. Di seguito tutte le informazioni necessarie per chi volesse tuffarsi in questo “viaggio emozionale” senza eguali:

Ecco le informazioni sulla ventesima edizione del Presepe Vivente di Sutera
Giorni di apertura al pubblico:
25, 26, 29, 30 dicembre 2017 e 4, 5, 6 e 7 gennaio 2018 dalle ore 17,00 (apertura presepe) alle ore 21,00 (chiusura biglietteria).
Il biglietto costa 6 euro per gli adulti mentre i ragazzi di età compresa tra i 3 anni e i 10 anni pagano 3 euro.
29 dicembre 2017 Annullo Postale celebrativo della ventesima edizione de “Il Presepe Vivente di Sutera”.
6 gennaio 2018 Arrivo dei Re Magi.
La manifestazione si tiene nel quartiere Rabato di Sutera.

Chi pensa di organizzare pullman per raggiungere Sutera è pregato di contattare l’ufficio turistico per ordine pubblico al numero 0934-954929 oppure tramite l’email sottostante.
Servizio navetta disponibile dal posteggio autobus per anziani che hanno difficoltà nei giorni 29,30 dicembre 2017 e 4,5 e 7 gennaio 2018.
Per ulteriori informazioni:
Infoline: 0934-954929 e 331/6976973 (ufficio turistico), 334/6923722 (il Presidente dell’Ass. Kamicos Paolino Scibetta)
email: ufficioturistico@comune.sutera.cl.it
email: info@presepeviventesutera.it
sito web: www.presepeviventesutera.it

Articolo precedente

Turismo, nell'anno dei borghi volano i musei e aumentano i turisti stranieri

Articolo successivo

L'oroscopo di Patti "Fox" Holmes. Tutti i segni per un 2018 da veri viaggiatori

Erika Diliberto

Erika Diliberto

Nata a Bologna, figlia di un carabiniere, ha cambiato più volte casa e “pelle”. Ha collaborato con diversi blog e con il Giornale di Sicilia. Dedica il proprio tempo libero alla sua famiglia più che speciale composta da marito, quattro cani, tre canarini e cinque gatti! Detesta i termini ambientalista o peggio ancora animalista. “Sono solo una donna che apprezza la vita e che la rispetta in tutte le sue forme, dalla più piccola alla più grande”. Adora far lunghe passeggiate all'aria aperta accompagnata dai suoi quattro zampe, al caos predilige di gran lunga il silenzio e le persone che sanno ascoltare più che parlare. Ama la sobrietà e la semplicità d'animo anche nella scrittura. D’altronde la sua citazione preferita è dello scrittore russo Isaak Babel: "Non c'è ferro che possa trafiggere il cuore con più forza di un punto messo al posto giusto".

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *